Donazione Sangue: il maresciallo dei Carabinieri Fabio Totoni raggiunge quota cento


SAN BENEDETTO –  Al Centro Trasfusionale dell’ospedale Madonna del Soccorso, il Maresciallo dei Carabinieri Fabio Totoni ha raggiunto l’importante traguardo delle 100 donazioni di sangue.

Il militare in servizio a San Benedetto del Tronto ha effettuato l’ennesima donazione la vigilia di Natale, portando con se una torta significativa dell’impegno che dimostrando una grande sensibilità rinnova costantemente.

Portando il loro plauso per il significativo traguardo del maresciallo Tentoni, all’evento erano presenti il presidente dell’Avis Comunale di San Benedetto, Bruno Bernabei, che nella stessa mattina ha donato anche lui il plasma, il presidente dell’Avis della Provincia di Ascoli Piceno, Berardino Lauretani, il presidente dell’Avis Regionale, Massimo Lauri, la dottoressa Ilenia Marinelli dell’Avis di San Benedetto e gli operatori del Centro Trasfusionale.
“La costanza del maresciallo Totoni è significativa per le sue cento donazioni, per cui lo ringraziamo molto, così come è importante la preziosa collaborazione portata avanti dall’Arma con l’Avis – affermano Lauri, Lauretani e Bernabei – ma anche per il fatto che le donazioni non si fermano mai, neanche alla vigilia di Natale. Nonostante la pandemia le donazioni sono fondamentali, – è il messaggio dei tre – e, inoltre, occorre donare il plasma. Importantissimo: chi ha avuto il Coronavirus, può donare il plasma immune>>.
Un messaggio importante, quello espresso dai vertici Avis, così come il loro appello, affinché in tanti si avvicinino alla donazione del sangue,  che può salvare vite, allungarne la durata e migliorarne la qualità.

Con i suoi componenti il sangue costituisce per molti ammalati un fattore unico e insostituibile di sopravvivenza: è indispensabile nei servizi di primo soccorso e di emergenza/urgenza, in molti interventi chirurgici e trapianti di organo e di midollo osseo, nella cura delle malattie oncologiche ed ematologiche, in varie forme di anemia cronica, immunodeficienze, emofilia.

Il fabbisogno di emocomponenti non si verifica solamente in presenza di condizioni o eventi eccezionali quali terremoti, disastri o incidenti, o durante interventi chirurgici, ma anche nella cura di malattie gravi quali tumori, leucemie, anemie croniche, trapianti di organi e tessuti.

Stefania Mezzina

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...