Nati per la Musica, gran finale sabato prossimo all’ Istituto Musicale Vivaldi

SAN BENEDETTO – Si conclude sabato prossimo 14 maggio, presso l’istituto musicale “Antonio Vivaldi”, il ciclo di laboratori di “Nati per la Musica” per bambini da 0 a 12 mesi e da 12 a 36 mesi e mamme in attesa (dal 6° mese). In quell’occasione si festeggeranno anche  i dieci anni del progetto nazionale “Nati per la Musica”. Gli incontri, iniziati il 10 ottobre 2015, sono stati 14 e la partecipazione ai laboratori, completamente gratuita, è stata un successo. Moltissime le richieste ma purtroppo il Vivaldi non è riuscito ad accontentare tutte le famiglie che hanno chiesto di partecipare. Era infatti necessaria la prenotazione e i posti disponibili, per ogni laboratorio, erano al massimo 15.

Numerose le attività proposte. Filastrocche nuove e della tradizione popolare, attività musicali con foulard colorati, giochi ritmici con gesti-suono, brevi canzoncine per accompagnare i vari momenti della giornata: il momento della pappa, del cambio del pannolino, del bagnetto, della nanna, delle coccole ecc.. Una parte del laboratorio è stata sempre dedicata all’esplorazione degli strumentini a percussione dei piccoli e dei genitori che spesso hanno suonato per i propri bambini. Non sono mai mancati momenti di musica dal vivo con l’esecuzione di brani di vario genere eseguiti gratuitamente da musicisti dell’Istituto “Vivaldi” che hanno “donato musica”  ai bambini e alle loro famiglie. Durante le varie esecuzioni, mamme e piccoli spesso hanno ballato e/o  seguito con liberi movimenti l’andamento dei brani proposti.

Nati per la Musica (www.natiperlamusica.org) è un progetto italiano per la diffusione della musica da 0 a 6 anni, promosso dalla Associazione Culturale Pediatri – ACP, in collaborazione con il Centro per la Salute del Bambino – CSB. Nel 2007 ha ottenuto il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. È stato avviato nel 2005 sulla scia del progetto “Nati per Leggere” e si inserisce nell’ambito del sostegno alla genitorialità. È stato infatti considerato che anche la musica, come la lettura, dovrebbe essere una pratica quotidiana, coltivata fin dalla primissima infanzia, utile a favorire uno sviluppo equilibrato e armonico dell’individuo.

Nati per la Musica si propone dunque di sostenere – con il coinvolgimento di pediatri, genitori, ostetriche, personale che opera in consultori, asili e scuole – attività che mirino ad accostare precocemente il bambino al mondo dei suoni e alla musica. L’apporto dei pediatri è fondamentale al fine di sensibilizzare le famiglie di tutti i bambini sull’importanza della musica quale componente irrinunciabile per la crescita dell’individuo inteso nella sua globalità.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento