La Lega di San Benedetto del Tronto fa gli auguri alla città

SAN BENEDETTO – La Lega di San Benedetto del Tronto fa gli auguri alla città: tra primi bilanci e prospettive. Questo il titolo dell’evento organizzata da una Lega locale che fa il pieno, anzi potremmo dire che ‘fa 90’. Novanta infatti sono stati i partecipanti alla cena della Lega “rossoblù”, che si è svolta al ‘Ristorante Moretti’ del tesserato Raimondo Fiorelli tra militanti, sostenitori e simpatizzanti per un evento tutto sambenettese, all’insegna di un pesce freschissimo messo a disposizione da Lorenzo Marinangeli, sostenitore della Lega locale.

Oltre venti, inoltre, le richieste di partecipazione che la coordinatrice ha purtroppo dovuto rifiutare nelle ultime ore per evitare problemi logistici. Una squadra, che da giorni ha lavorato con impegno per preparare un evento che nella partecipazione ha superato ogni aspettativa. Ospite d’onore della serata l’Onorevole Giorgia Latini.

Raggiante, ma determinata la coordinatrice locale Laura Gorini: «Questa entusiasmante partecipazione va oltre ogni nostra aspettativa. Siamo fieri che la nostra città ci sia così vicina. Noi l’amiamo e le abbiamo dedicato questo tributo con una cena tutta sambenettese: dal pesce freschissimo pescato solo nelle nostre acque al menù pensato e scritto in dialetto. La Lega da sempre tutela le tradizioni locali, la nostra pesca e la nostra agricoltura.

Durante la cena abbiamo illustrato i progetti per il territorio che partono in questa prima fase, dall’ascolto, dallo studio e dall’approfondimento di tematiche di primaria importanza per la nostra collettivita’ come quella sanitaria. Con la nostra Onorevole Latini abbiamo poi affrontato alcune delle più rilevanti questioni nazionali, dalla Bolkestein alla manovra finanziaria, nell’ottica di una politica nuova che superando le barriere ideologiche pone al centro il cittadino e le sue esigenze.

Un mandato elettorale vissuto con spirito di servizio, in cui i nostri parlamentari leghisti non perdono mai il contatto con il territorio e si pongono come i ‘traduttori’ politici a livello centrale delle istanze locali. La Lega è una grande famiglia destinata a crescere in modo esponenziale e deputata a portare, grazie alla determinazione del nostro Capitano Matteo Salvini, la rivoluzione del buon senso ben oltre i confini nazionali. Siamo comunque ben consci che siamo solo all’inizio: ci attendono sfide difficili che affronteremo sempre con i piedi per terra senza mai perdere l’umiltà e la determinazione che ci caratterizzano».

Soddisfatto il vice Alessandro Larovere: «Serata piacevole e ben riuscita grazie ad una sapiente organizzazione e ad un ottimo lavoro di squadra. Ognuno di noi ha contribuito, e quando si lavora in armonia in gruppo i risultati si vedono».

Contento Alfio Salvatore D’Urso, responsabile provinciale Lega Giovani: «La cena è solo una tappa del percorso che ci siamo prefissati: a partire da noi giovani, saremo tutti impegnati per valorizzare una città come San Benedetto del Tronto, che merita molto».

Il neo Consigliere leghista Emidio del Zompo esprime il suo pensiero: «Questo evento è servito anche per avere la consapevolezza che a San Benedetto del Tronto si è costituito un bellissimo gruppo, compatto e propositivo, che cresce ogni giorno di nuovi iscritti. Sono sempre più convinto e motivato della mia scelta fatta verso la Lega».

Presenti alla serata anche il Presidente dell’ITB Giuseppe Ricci, l’avvocato Gian Luigi Pepa e il Colonnello Paolo Zanaroli. Il commissario provinciale Lega di Fermo Marco Lucentini, responsabile regionale del tesseramento, ha sottolineato come la Lega nelle Marche abbia nell’ultimo anno quadruplicato i tesserati.

All’inizio della serata sono giunti gli auguri e i complimenti del commissario provinciale Andrea Maria Antonini. Se il buongiorno si vede dal mattino, il 2019 sarà davvero un anno ricco di soddisfazioni per la Lega di San Benedetto».

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...