San Benedetto, martedì prossimo 4 giugno si rinnova l’appuntamento con la Giornata del Mare

SAN BENEDETTO – La Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto ripropone la Giornata del Mare, appuntamento che, a causa delle avverse condizioni meteo. Non si è potuto svolgere lo scorso 11 aprile. L’appuntamento è fissato per martedì prossimo 4 giugno dalle 9 alle 12, presso la Riserva Naturale Sentina.

La “Giornata del Mare”, prevista dal codice della nautica da diporto, è promossa dal Comando Generale del corpo delle capitanerie di porto – guardia costiera, nella veste di interlocutore privilegiato per tutte quelle attività tese a valorizzare la cultura del mare e la sua salvaguardia.

La programmazione vedrà tutti i sodalizi partecipanti e l’autorità marittima, impegnati nella simulazione di una operazione di soccorso dove, in seguito al capovolgimento di una unità a vela con tre persone a bordo, vi sarà l’intervento di una squadra di subacquei “rescue swimmer” della guardia costiera, di un cane di salvataggio della scuola federale cinofili da salvamento della fisa e di un sub del 1° nucleo operatori subacquei della guardia costiera di base a San Benedetto del Tronto.

A seguire verranno simulate le prime cure di pronto soccorso da personale specializzato della Croce Rossa Italiana sezione di San Benedetto del Tronto, mediante la moderna tecnica del primo soccorso bls-d. La fase successiva, invece, sarà caratterizzata da una breve istruzione marinaresca ad opera dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia (ANMI) e da un esperto della Guardia Costiera.

Infine, vi sarà una lezione di educazione ambientale ad opera della dott.ssa Sabina Evangelisti, del centro di educazione ambientale della sentina. A corollario della manifestazione, da segnalare il raduno di vele, canoe e kayak della Lega Navale Italiana e l’allestimento di stand ed attività dimostrative da parte di ogni sodalizio.

La giornata del mare è rivolta in particolare ai bambini, con l’obiettivo di evidenziare il corretto modo di approcciare a questo fantastico ecosistema, direttamente connesso e influenzato dai comportamenti che si assumono anche sulla terra ferma, ma non tralascia, nell’essenza del messaggio che lancia, gli adulti, il cui ruolo nell’educazione ambientale delle nuove generazioni non è certamente secondario a quello delle istituzioni.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...