A 90 anni scompare il poeta Franco Loi: la Pelasgo 968 piange il presidente del premio Città di Grottammare

GROTTAMMARE – La Pelasgo 968 di Grottammare piange la scomparsa del Presidente onorario Franco Loi, Presidente del Premio Letterario Città di Grottammare, organizzato dalla realtà culturale.

 

Quando un amico se ne va…O forse è meglio dire un compagno di viaggio, una guida, un padre. E’ difficile descrivere cosa è stato e rimarrà per sempre, per tutti noi, FRANCO LOI. In momenti come questo la mente torna indietro a rivivere, istante per istante, i momenti bellissimi trascorsi nella sua casa di Milano e in quel fantastico viaggio che nel 2019 fece a Grottammare. Era il 21 luglio e il POETA ricevette la cittadinanza onoraria. Ne era orgoglioso, al punto che tenne la medaglia dell’Associazione al collo per tutto il suo soggiorno. CIAO FRANCO”, è il saluto della Pelasgo 968, definendo l’amico Loi, gigante della poesia italiana contemporanea.

 

Si era instaurata una amicizia profonda, tra i componenti della Pelasgo 968 e Franco Loi, espressa anche tramite frequenti viaggi dei vertici, Gian Mario Cherubini, con il segretario del premio, Peppe Gabrielli e numerosi poeti, alla volta di Milano, presso l’abitazione di Loi, che di recente, a settembre 2019, aveva perso l’amata moglie. Silvana

Un rapporto umano coltivato dalla Pelasgo 968 anche con la moglie e con la figlia Francesca, al punto che la 12^ edizione speciale del premio letterario è stata dedicata alla memoria della moglie di Loi.

 

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...