A Fermo la Confartigianato parla di Jobs Act

A Fermo la Confartigianato parla di Jobs Act

Sarà più facile assumere nel 2015? Sono aboliti i contratti a progetto? Cosa significa contratto a tutele crescenti? È stato abolito art. 18 dello Statuto dei Lavoratori? A questi e ad altri interrogativi la Confartigianato di Fermo proverà a dare risposte nel corso di un convegno organizzato con la Camera di Commercio di Fermo e l’intervento del professore Pierluigi Rausei, Docente di Diritto sanzionatorio del lavoro, SID ADAPT-CQIA, Università degli Studi di Bergamo.

Dopo gli interventi iniziali di Graziano Di Battista, Presidente della Camera di Commercio di Fermo, dal titolo “Le imprese nel fermano: attese e prospettive” e di Luca Soricetti che interverrà su “L’artigianato nel fermano davanti alle sfide del lavoro”, sarà la volta della relazione del professore Pierluigi Rausei “Tutele crescenti, licenziamenti, esonero contributivo e nuovi contratti: aspettative, limiti e opportunità per le imprese e per il lavoro”.

“La formazione – interviene Luca Soricetti, Presidente della Confartigianato di Fermo – rimane il nostro obiettivo primario perché permette alle imprese di emergere dall’attuale stato di crisi in cui versa in sistema economico della micro e piccole imprese e ai professionisti di acquisire sempre nuovi strumenti per essere in grado di rispondere al meglio alle mutate esigenze del mondo del lavoro.”

L’incontro di venerd’ 27 marzo, ospitato a Fermo presso la Sala Consiliare della Camera di Commercio in Corso Cefalonia n. 69, avrà inizio alle ore 9.30, per informazioni tel. 0734.229248, http://confartigianato.apfm.it/

Il seminario, organizzato in collaborazione con la Camera di Commercio di Fermo e l’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Fermo prevede il riconoscimento di crediti formativi ai professionisti partecipanti.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento