A Grottammare l’obbligo di mascherina è rispettato, ritardi nell’analisi dei tamponi

GROTTAMMARE – L’amministrazione comunale di Grottammare ha riunito il C.O.C. (Centro Operativo Comunale) per fare il punto sull’emergenza sanitaria e organizzare le attività di controllo e di sensibilizzazione, alla luce dei nuovi provvedimenti adottati dal Governo.

Alla riunione hanno partecipato, oltre al sindaco Enrico Piergallini e il consigliere delegato alla Sicurezza locale, Bruno Talamonti, la coordinatrice del gruppo comunale di protezione civile, Cristiana Paoletti, il corpo di polizia municipale rappresentato da Ida Sciarra e il comandante della locale stazione dei carabinieri Domenico Princigalli.

La situazione che è emersa dai primi controlli è piuttosto buona. “Abbiamo iniziato i controlli e le attività di informazione – dichiarano gli amministratori – e abbiamo organizzato alcune squadre che sono state e saranno presenti nelle zone più frequentate di Grottammare, per verificare l’uso delle mascherine. In questi primi giorni cercheremo di evitare atteggiamenti sanzionatori: ci auguriamo infatti che ciascuna persona sia così responsabile da adottare il giusto comportamento in maniera autonoma”.

La maggior parte dei cittadini sembra comunque aver già compreso l’importanza di questo nuovo provvedimento delle mascherine anche all’aperto. Le attività di monitoraggio proseguiranno anche nei prossimi giorni.

Intanto ci sono notevoli ritardi nell’analisi dei tamponi effettuati sugli studenti della scuola d’infanzia e della scuola primaria di Grottammare. I test, che si erano resi necessari dopo il riscontro di due casi di positività, sono stati effettuati sia sugli studenti della classe interessate (dove attualmente le lezioni sono sospese) sia sui docenti.

Gli esami fin qui effettuati ( si tratterebbe della maggior parte), a quanto si apprende, sono tutti negativi ma all’appello mancano ancora alcuni tamponi che devono essere processati.

I ritardi sono dovuti ad un vero e proprio surplus di lavoro al quale sono sottoposti i vari laboratori. Nel Piceno ci sono comuni, uffici e intere classi scolastiche esaminate e tutti i tamponi devono essere processati con gli stessi macchinari.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com