A Macerata Racconta arrivano i giornalisti Marco Damilano, Federico Rampini e la scrittrice Licia Troisi

MACERATA -Domani, domenica 6 maggio, Macerata Racconta, la festa del libro organizzata dall’associazione ConTESTO con il Comune e l’Università di Macerata, riserva ancora importanti appuntamenti. L’incontro con il giornalista e direttore dell’Espresso, Marco Damilano, cronista politico e ospite fisso nella trasmissione “Gazebo” (Rai3) e “Propaganda Live” (La 7) condotte da Diego Bianchi (in arte Zoro), è in programma al Teatro Lauro Rossi alle ore 17 dove, insieme a Vincenzo Varagona, presenterà il suo il suo ultimo libro “Un atomo di verità” (Feltrinelli).

Si tratta di un racconto in prima persona, un viaggio nella memoria e nei luoghi, un romanzo della Storia che fotografa tutto quello che i giornalisti tralasciano nei loro saggi: le attese, l’affanno, i silenzi, i passi. I materiali inediti dall’archivio Moro. Il sequestro di Aldo Moro ha segnato la fine di una generazione, la sua morte il tramonto della Repubblica. Marco Damilano torna a quell’istante, per indagare le traiettorie che, a partire da uno dei capitoli più cupi della storia italiana, si sono dispiegate fino a oggi.

Con l’aiuto delle carte personali di Moro, in gran parte conservate nell’archivio privato di Sergio Flamigni e non dallo Stato, e rimaste inedite, getta luce sul punto in cui la drastica interruzione di una stagione politica si incontra con le vicende personali di una generazione, che tra il 16 marzo e il 9 maggio 1978 assiste alla fine di un’epoca. Dopo via Fani, secondo Damilano, comincia la lunga fine della Prima Repubblica.

Un racconto autobiografico che attraversa la dissoluzione della DC, la morte di Berlinguer, la caduta del Muro, Tangentopoli e la latitanza di Craxi in Tunisia, fino all’ultima stagione, inaugurata dalla sua metafora televisiva: il Grande Fratello. Arriva a Berlusconi, a Grillo e a Renzi, i protagonisti di una politica che da orizzonte di senso e di speranza si è fatta narcisismo e nichilismo, cedendo alla paura e alla rabbia. L’incontro con Damilano si svolge in collaborazione con l’Ordine degli avvocati di Macerata (vale un credito per la formazione forense).

Al Teatro della Filarmonica, alle 18,30, in programma l’incontro con Licia Troisi, giovane scrittrice di culto per gli appassionati di romanzi fantasy che dialogherà con Chiara Valerio sul tema “Tra scienza e Fantascienza”.  E’ l’autrice delle famosissime saghe del “Mondo Emerso”, della “Ragazza Drago”, dei “Regni di Nashira”, di “Pandora”, di “La saga del dominio” – tutte edite da Mondadori – che vantano milioni di copie vendute in tutto il mondo. Appassionata di cinema e fumetti, si è laureata in astrofisica con una tesi sulle galassie nane e ha conseguito un dottorato in astronomia.  L’incontro in Filarmonica vede la collaborazione del Dipartimento di Scienze della formazione dell’Università di Macerata (valido come formazione per gli insegnanti e educatori).

Al Teatro Lauro Rossi, alle 21, l’ultimo incontro dell’edizione 2018 di  Macerata Racconta, dedicata al tema “Gli enigmi”, è con Federico Rampini e il suo ultimo lavoro “Le linee rosse”. Scrittore e giornalista, Rampini è stato vicedirettore de Il Sole 24 Ore e poi capo della redazione milanese ed in seguito inviato del quotidiano La Repubblica a Parigi, Bruxelles, San Francisco, Pechino e New York. Nel 2005 ha vinto il Premio Luigi Barzini per il giornalismo, nel 2006 il Premio Saint Vincent.

Nel suo ultimo libro “Le linee rosse” mostra e insegna a leggere la nuova cartografia del mondo, per «guardare dietro le apparenze», una ricognizione delle linee di forza che stanno ridefinendo gli assetti geopolitici e geoeconomici globali. «Viaggiamo di più. Capiamo di meno” si legge nell’introduzione “Mentre lo attraversiamo in velocità, il mondo ci disorienta. I leader brancolano nel buio. Fissano delle “linee rosse” che non capiscono”.

Sempre domani, domenica 6 maggio, ancora appuntamenti per i bambini da 3 a 10 anni al Museo della Scuola Paolo e Ornella Ricca (prenotazione al numero 3917145274). Alle 10,30 al via “Piccole storie da Museo, libri speciali da accarezzare” e alle 16.30, 17.30 e 18.30 “Le invenzioni che hanno cambiato il mondo”. In Galleria Scipione alle 12, aperitivo letterario con i vini del consorzio TerroirMarche in compagnia di Chiara Valerio che introduce la scrittrice Mariapia Veladiano e il suo “Lei chi è?”.  L’autrice finalista al Premio Strega con La vita accanto e vincitrice del Premio Calvino dà voce a un personaggio unico, Maria di Nazaret, restituendola alla sua piena essenza umana

Ultimo giorno, domani 6 maggio, anche per la settima edizione della fiera dell’editoria Marche libri allestita nei locali dell’ex Upim, in corso Matteotti che ha come protagonista l’eccellenza della produzione editoriale che si realizza nelle Marche. Tanti altri sono gli appuntamenti della giornata. Per saperne di più www.macerataracconta.it , www.comune.macerata.it .

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...