Al Circolo di Villa Fastiggi di Pesaro Fabio Bacà presenta il suo ultimo libro Adelphi

PESARO – Sabato 18 dicembre, nuovo appuntamento di Pesaro Città che Legge nell’originale formula che abbina all’incontro con gli scrittori una stand up comedy. La proposta nasce dalla collaborazione con l’associazione Periferica, all’interno di ‘Pesaro Quartiere di Zagor’, progetto che ha fatto vincere al Quartiere 4-Villa Fastiggi, Villa Ceccolini la prima edizione del bando ‘Municipio/quartiere capoluogo della Cultura nella città di Pesaro’ per il periodo luglio-dicembre 2021.

Sabato 18 dicembre al Circolo Arci Villa Fastiggi (piazza Solindo Lombardini, 9), alle 18Fabio Bacà  presenta ai lettori Nova, Adelphi. Al centro del libro, Davide – neurochirurgo – che del cervello sa quanto ha imparato all’università e usa nel suo mestiere. Finora gli è bastato a neutralizzare i rumori di fondo e le modeste minacce della sua vita non elettrizzante nella Lucca suburbana: l’estremismo vegano di sua moglie o l’inspiegabile atterraggio in giardino di un boomerang aborigeno dal nulla.

In quei suoni familiari si nasconde però una vibrazione più sinistra che all’improvviso un pretesto qualsiasi rischia di rendere insopportabile. È quello che tenta di far capire a Davide il suo nuovo enigmatico maestro Diego: a esplodere nel modo più feroce, è quanto del cervello non si sa.

Marchigiano – è nato a San Benedetto del Tronto nel 1972 ma vive ad Alba Adriatica – e ultimo autore italiano scoperto da Roberto Calasso, Bacà esordisce nella narrativa nel 2019 con Benevolenza Cosmica (Adelphi) giunto già alla 5a edizione. Nel 2020 vince il Premio Opera Prima Severino Cesari.

Alle 21 stand up comedy con ControComedyMarco Nazzareno Giovanna Filipponi presenta Iacopo Pigini e Mauro Bedini. Nato tra l’indifferenza generale nel dicembre 2018 e battezzata a febbraio 2019, il collettivo ControComedy riesce incredibilmente a farsi strada nelle aride terre marchigiane.

Arrivato a cinque membri riconosciuti e chissà quanti altri illegittimi, viene stroncato dai vari lockdown proprio quando sembrava interessare a qualcuno. Ad oggi continua ad aver voglia di fare altro, ma essendo praticamente l’unica alternativa marchigiana, eccolo qua.

36 anni, di Porto Sant’Elpidio, in cerca di redenzione e della riappropriazione dei mezzi di produzione, Marco Nazzareno Giovanni Filipponi ha co-fondato un collettivo comico e una casa di autoproduzione di fumetti, e una volta l’anno presenta FantaSanremo e FantaEuroVision. Nel tempo libero fa l’impiegato.

25 anni, di Castelfidardo, Iacopo Pigini è laureato in Lettere e in Storia, perché non aveva capito l’errore la prima volta. La sua più grande passione è la scrittura perché non ne conosce altre. Sogna il Nobel per la letteratura ma si accontenta anche di un Oscar per la sceneggiatura. La sua vita è diretta, scritta e posseduta da Taylor Swift.

34 anni, incensurato anche se di Civitanova Marche, sopravvissuto a Ingegneria con ancora i capelli in testa, Mauro Bedini prova a risparmiare i soldi del parrucchiere iscrivendosi a Fisica. Visibili i primi segni di successo. La sua carriera da insegnante è analoga alle sue relazioni sentimentali: oggi sono qui, domani non si sa. È il prof che tutti vorrebbero avere lontano dai propri figli.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...