Al cuore del diabete, controlli gratuiti per la prevenzione del rischio cardiovascolare

ANCONA – Al via ad Ancona il prossimo martedì 11 giugno  il tour “Al cuore del diabete”, la campagna nazionale sulla prevenzione del rischio cardiovascolare nelle persone con diabete. La campagna di sensibilizzazione sul diabete sarà presente  nel capoluogo marchigiano in Piazza Cavour con un’unità mobile dove sarà possibile ricevere una valutazione diagnostica del rischio cardiovascolare.

Il Comune di Ancona che ha patrocinato   l’ iniziativa,  fa parte della Rete Italiana Città Sane promossa dall’organizzazione Mondiale della Sanità con l’obiettivo di assicurare alla popolazione mondiale il più alto livello di salute come indicato nella Carta di Ottawa del 1986, documento internazionale che indica come la salute sia uno stato completo di benessere psicofisico e non una semplice assenza di malattia.

L’Amministrazione  ha inoltre  aderito recentemente al “Health City Think Tank Manifesto della Salute nelle Città Bene Comune” : tale manifesto delinea i punti chiave che possono guidare le città a studiare e approfondire i determinanti della salute nei propri contesti urbani e a far leva su di essi per escogitare strategie per migliorare gli stili di vita e lo stato di salute del cittadino.

L’obiettivo è di offrire alle istituzioni e alle amministrazioni locali un luogo e uno spunto di riflessione per il dibattito pubblico da poter trasformare in proposte concrete di policy consentendo così alle città del mondo di aiutare le popolazioni ad adottare stili di vita che li rendano meno vulnerabili al diabete.

Le malattie cardiovascolari rappresentano la principale causa di disabilità e morte nelle persone con diabete tipo 2: rispetto a una persona sana, chi ha il diabete ha un rischio di morte doppio e quadruplo di infarto o ictus, ma ben 1 su 4 non si considera a rischio La campagna, realizzata con il patrocinio di SID – Società Italiana di Diabetologia e AMD – Associazione Medici Diabetologi, ANCI – Associazione Nazionale Comuni d’Italia e Intergruppo Parlamentare Qualità di Vita nelle Città, in connessione con il progetto internazionale Cities Changing Diabetes e il contributo non condizionato di Novo Nordisk, prevede un’unità mobile che sta facendo tappa in 50 città dove è possibile confrontarsi con gli specialisti e ricevere una valutazione diagnostica.

“Al cuore del diabete” è una campagna itinerante di sensibilizzazione sulla patologia diabetica, sull’importanza del controllo glicemico, del peso corporeo e di tutti gli altri fattori di rischio che concorrono allo sviluppo di complicanze, in particolare complicanze cardiovascolari.

In Italia sono quasi 750 mila le persone con diabete che vanno incontro nella loro vita ad almeno un evento cardiovascolare, delle quali oltre 350 mila hanno avuto un infarto e più di 100 mila un ictus.

Sono poco meno di 15 mila le morti di persone con diabete imputabili a cardiopatia ischemica e rispettivamente 7 mila e 500 quelle per malattie cerebrovascolari ogni anno; in pratica stiamo parlando complessivamente di circa 60 decessi ogni giorno. Proprio per informare e sensibilizzare le persone con diabete sulla gestione della malattia per ridurre le complicanze ad essa correlate è nata la campagna nazionale “Al cuore del diabete”.

Una volta completato il percorso degli esami previsti – misurazione dei valori di emoglobina glicata e del profilo lipidico, ecocardiogramma ed ecocolordoppler carotideo – sarà possibile confrontarsi con gli specialisti – diabetologo e cardiologo. Alla fine del percorso saranno forniti tutti i risultati per la condivisione con il proprio medico. L’unità mobile sta visitando anche le 14 città metropolitane, dove risiede il 33 per cento della popolazione italiana. Nel mondo, attualmente 2 persone con diabete su 3 vivono in un nucleo urbano, con una stima dell’International Diabetes Federation che prevede come nei prossimi 25 anni questo rapporto sia destinato a salire di 3 su 4.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...