Al via il progetto regionale Marche Femminile plurale, cartellone di eventi di degustazioni

MACERATA – Presentato oggi a Macerata “Marche Femminile plurale” il nuovo progetto finanziato dalla Regione Marche attraverso il bando “Marche dalla vigna alla tavola” per la valorizzazione della figura femminile nell’intera filiera del settore agroalimentare e dei  vini marchigiani, dalla produzione alla ristorazione, dalla commercializzazione  alla promozione nel mondo.

Il tema femminile –ha dichiarato il Vice Presidente della Regione Marche Assessore all’Agricoltura Mirco Carloni- diventa una grande opportunità per raccontare il nostro territorio la nostra identità e i nostri vini,  grazie alle donne, il vino diventa l’elemento attrattivo di riconoscibilità che crea il valore aggiunto della nostra Regione. Questo  progetto  conferma che la nostra Regione è matura per un movimento di attrazione turistica che si basi sulla narrazione e sulla degustazione  del vino marchigiano,  un vino di qualità altissima che premia la capacità  dei produttori.

I nostri magnifici vini, in passato non hanno avuto secondo me la giusta promozione e valorizzazione d’immagine, ritengo debba essere un compito della nostra generazione quello di saper promuovere  ciò che i nostri padri e i nostri nonni ci hanno lasciato in eredità facendo enormi sacrifici. I vini delle Marche  rappresentano  una grande opportunità turistica per scoprire la Regione attraverso la bellezza paesaggistica delle zone di produzione, dei borghi e delle città che  vantano le diverse identità territoriali con peculiarità culturali uniche, è giunto il momento di raccontarli e  di  posizionare la loro immagine nel mondo.”

Tra i relatori e partner di progetto intervenuti,  Marzia Brandi delegata della Commissione Pari Opportunità della Regione Marche, Azzurra Sampaolesi Vice delegata dell’Associazione marchigiana Donne del vino, Paola Cocci Grifoni titolare e imprenditrice  dell’omonima azienda vitivinicola, Barbara Toce del ristorante hotel La Ginestra di Montelparo e Antonella Angerilli Dirigente scolastico  dell’Istituto Agrario di Macerata.

Presente anche Teresa Biancucci dell’AIRC Marche per ricordare l’importanza della prevenzione del cancro al seno del mese di ottobre.

Il progetto, introdotto dalla dott.ssa Francesca Iacopini e stato spiegato dalla dott.ssa Cristina Gentili dello Studio Fazzini, responsabile del team che ha dato vita a “Marche: Femminile plurale”  un ricco cartellone di eventi previsti in tutta la regione dove viene resa   visibile la sottile linea rosa che con successo da anni  percorre l’intera filiera del vino: dalle produttrici di vino alle ristoratrici, dalle addette di sala, alle  sommelier, dalle giornaliste  fino alle titolari di agenzie di viaggi che offrono percorsi turistici a tema enogastronomico.

Sono stati selezionati sul territorio marchigiano 15 ristoranti  professionisti dell’ospitalità   dove sono  particolarmente evidenti le impronte femminili, per tradizione, per la gestione o per la proprietà, di cui 10 sulla provincia di Macerata, 4 sulla provincia di Ancona e 1 sulla provincia di Fermo.

Ai ristoranti sono state affiancati 42 aziende vitivinicole e cantine, di cui 18 della Provincia di Ancona, 9 della provincia di Fermo, 2 della provincia di Pesaro, 5 di quella di Ascoli e 8 sul territorio di Macerata, ponendo anche in questo campo particolare attenzione al mondo femminile: 11 aziende  infatti appartengono all’Associazione “Le donne del vino Marche” e 4 sono aziende di produzione e commercializzazione nel settore agroalimentare.

Ogni evento avrà una sua peculiarità d’intrattenimento e la degustazione sarà un’occasione per valorizzare la presenza femminile e il tema della parità di genere nella filiera marchigiana che porta dalla vigna all’accoglienza.

Grazie ad uno storyteller di esperti e docenti, declinato sulle differenti sfaccettature ed eccellenze della filiera femminile e a momenti di musica e spettacolo, il pubblico verrà condotto in un gustoso viaggio nella storia dei sapori e della antica tradizione regionale dei vini marchigiani.

Le radici della presenza femminile nella storia della produzione vitivinicola e dell’accoglienza della regione Marche sono profonde e radicate.  La donna è sempre stata una figura chiave della realtà sociale prettamente mezzadrile che ha caratterizzato, fino alla metà del secolo scorso tutta la Regione. La sua imprenditorialità era una necessità di vita.

Oggi le imprenditrici del settore che sentono il profondo legame con il territorio sono le titolari   di aziende agricole, di ristoranti, addette alla sala e all’accoglienza, giornaliste gourmet, docenti universitarie, travel influencer, barman e sommelier perfettamente integrate con il più consolidato establishment maschile del settore.   Mille declinazioni che il genio femminile ha creato con una profonda specificità, quella di portare innovazione e fare rete, valorizzando  le eccellenze, curando i dettagli e promuovendo le  tradizioni millenarie.

“Marche Femminile plurale” è organizzato dalla agenzia Eclissi eventi srls, soggetto capofila del progetto con i principali produttori vitivinicoli, cantine e ristoranti gestiti da figure femminili marchigiane in collaborazione con l’Associazione Donne del Vino Marche, l’Associazione Donne in campo ( affiliata CIA Ancona), l’Istituto Alberghiero IIS Einstein-Nebbia di Loreto, l’Associazione Green Nat 21, l’Accademia Italiana della Cucina Ancona Riviera del Conero, la Scuola Europea Sommelier Marche.

Programma degli eventi di “Marche Femminile plurale” 2021 

14 ottobre Villa del Cerro – Grottaccia di Cingoli

15 ottobre La Capanna – Bolognola

16 ottobre Lalli Food – Serra de’ Conti

17 ottobre Locanda le logge – Urbisaglia

18 ottobre Alberto Berardi – Marina di Montemarciano

22 ottobre Chiaroscuro – Belforte del Chienti

29 ottobre Casale del Chienti – Montecosaro scalo

30 ottobre La Ginestra – Montelparo

31 ottobre Mescola – Civitanova Marche

03 novembre Nana Piccolo Bistrò – Senigallia

04 novembre A Silvia – Recanati

11 novembre Hostaria dietro le quinte – Jesi

12 novembre La sella di Pitino – San Severino Marche

19 novembre Le Case – Macerata

26 novembre Signore te ne Ringrazi – Montecosaro

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...