Alba Adriatica: domande e dubbi a Cinquestelle, i cittadini attendono risposte dal sindaco Casciotti

Hotel Alba Adriatica

ALBA ADRIATICA – Il mancato riconoscimento della Bandiera Blu ad Alba Adriatica ha scatenato la bagarre politica, con il Movimento Cinquestelle lancia in resta contro il sindaco Antonietta Casciotti.

“Siamo molto sorpresi dalla risposta del primo cittadino -scrivono gli esponenti pentastellati- invece di preoccuparsi delle dinamiche interne al gruppo degli attivisti 5 stelle, a nostro avviso dovrebbe fornire appena disponibili le motivazioni del mancato riconoscimento della bandiera blu. La nostra non è affannosa ricerca di visibilità come sostiene lei, ma la necessità di dar voce ai tanti cittadini che ci contattano segnalandoci problematiche varie e che ad un anno dal loro insediamento ci manifestano la delusione per l’operato di questa amministrazione”.

“Inoltre -incalzano i Cinquestelle- agli albensi non va ricordato cosa è stato fatto in altri mandati risalenti a venti anni fa, ma quali sono le prospettive future. Tra l’altro ciò che sorprende è che si parli di teatrino politico riferito ai 5 Stelle, quando sono invece proprio le dinamiche comune di Alba Adriatica /Regione Abruzzo ad esserlo. Sappiamo benissimo che quello dell’erosione è un tema di competenza regionale. Per questo motivo abbiamo puntato il dito anche contro la nuova Giunta Regionale che ha fatto grandi promesse in campagna elettorale”.

“Crediamo che il dibattito ed il confronto in democrazia siano legittimi -prosegue così lo j’ accuse pentastellato- e che compito di un gruppo di cittadini attenti alla vita politica, sia proprio quello di vigilare, monitorare ed informare la cittadinanza. Un’amministrazione che fa il bene della città, non teme le critiche e fornisce spiegazioni ai cittadini”.

Questi le tre domande che il Movimento Cinquestelle di Alba Adriatica riuvolge al sindaco Casciotti. “Quali sono i tempi previsti per il documento unico a nome dei Sindaci della nostra costa per richiedere al Governo Regionale degli interventi definitivi e finanziamenti certi a difesa del nostro sistema costiero chiamando a responsabilità anche il Governo centrale?  In tema sicurezza, Il controllo del vicinato come strumento di supporto e preventivo, approvato in un consiglio di alcuni mesi fa, a che punto è?

Il degrado che affligge la nostra cittadina relativamente ad immondizie varie sparse sul territorio, alle discariche in pieno centro, alla pulizia di strade e marciapiedi inesistenti, alle buche che rendono pericolosa persino la deambulazione pedonale, alle erbacce che infestano ogni angolo della città e diventano veri e propri cespugli prima che vengano rimossi, ha intenzione di prendere provvedimenti? E se sì quali e soprattutto con quali tempi?

Rimaniamo pertanto in attesa di risposte concrete ai nostri dubbi ed a quelli di tanti cittadini -concludono gli esponenti pentastellati albensi. ed a proposito di concretezza, comunichiamo l’intenzione da parte del gruppo degli attivisti di adottare un’area verde come da regolamento comunale dell’ultimo consiglio”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...