Alluvione nelle Marche / Il premier Draghi nelle zone alluvionate già stanziati 5 milioni di euro, bandiere a mezz’asta in tutta la Regione

ANCONA – Il governo farà tutto il necessario per far fronte al disastro che ha colpito le Marche. “Ho parlato con Acquaroli. Ringrazio la protezione civile e le autorità locali e i sindaci delle zone colpite che sono i protagonisti in prima persona della presenza dello Stato. Ringrazio anche tutti i soccorritori”, ha detto il premier Mario Draghi.

“Il Consiglio dei ministri ha deliberato lo stato d’emergenza con lo stanziamento di 5 milioni per i primi aiuti”, ha assicurato il Presidente del Consiglio. La tregua di queste ore, che sta consentendo di spalare il fango per riaprire alcune vie di comunicazione, potrebbe non essere sufficiente. E’ prevista infatti per domani una nuova ondata di maltempo.

Il bilancio di vittime e dispersi è fermo a nove vittime. Due di queste sono in corso di identificazione e potrebbero essere ricomprese nel numero dei dispersi, che sono allo stato quattro, dei quali due minorenni. E su coloro che hanno perso la vita cominciano ad emergere le prime tragiche storie.

Tre delle quattro vittime di Pianello di Ostra, Andrea Tisba e il padre Giuseppe e un altro uomo, sarebbero morte per mettere in salvo le auto che si trovavano nei garage.

Il nubifragio che ha colpito le Marche è stato il più intenso degli ultimi 10 anni nella Regione: lo indicano i dati registrati dai sistemi di monitoraggio delle precipitazioni della rete pluviometrica nazionale dell’Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr-Irpi).

In particolare il pluviometro di Cantiano, uno dei comuni marchigiani più colpiti, tra le 17,00 e le 21,00 ha registrato 265 millimetri di precipitazioni, con un picco di 90 millimetri all’ora tra le 20.00 e le 21.00.

Il presidente Francesco Acquaroli ha proclamato il lutto, su tutto il territorio regionale, oggi (venerdì 16) e domani (sabato 17 settembre 2022) per le vittime dell’eccezionale nubifragio che ha colpito le Marche. Ha disposto l’esposizione a mezz’asta della bandiera della Regione sugli edifici istituzionali e inviato gli enti pubblici ad associarsi alla manifestazione di cordoglio.

Domani è prevista una nuova ondata di maltempo nelle Marche

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...