Concorso di Poesia

Amandola – Piano opere pubbliche 2015

Adolfo Marinangeli

L’Amministrazione Comunale amandolese sta accelerando sugli interventi di valorizzazione dell’immagine del paese, con un carnet di opere pubbliche in programma per l’anno appena iniziato da lasciare attenti.
Conti alla mano si tratta di oltre un milione di euro, molti dei quali finanziati a fondo perduto, usciti dal cappello magico della nuova giunta Marinangeli. Tutto questo in un momento in cui sembra impossibile, a causa della perdurante crisi economica, per la Pubblica Amministrazione spendere per le opere di prima necessità.
In verità già da ottobre abbiamo visto le prime transenne in due cantieri: la ristrutturazione nel Centro Storico di Piazzale Cinque fonti e del tetto della Casa del Parco, già Cassa di Risparmio, ottenuto con fondi europei, per un totale di € 160 mila, di cui il 70% a fondo perduto.
Da citare i lavori di ristrutturazione, ampliamento ed arredo del Civico Cimitero dove è stata impostata una progettazione di ampio respiro da arrivare alla stesura di un Piano Regolatore Cimiteriale: non va dimenticato, infatti, che negli ultimi anni le aiuole e le piante cadute non sono state più sostituite e curate, offrendo un’immagine a dir poco trasandata.
In economia poi, con i mezzi e gli operai propri, si provvederà, in progressione, alla sostituzione di tutte le lampade dell’illuminazione pubblica con sistema a Led di risparmio energetico, ottimizzando così la spesa e consentendo un servizio più efficiente sugli oltre 2500 punti luce pubblici del paese oltre a mettere in piedi un sistema di ottimizzazione delle spese per riscaldamento .
Per quanto riguarda i progetti che verranno avviati nei prossimi mesi – di cui alcuni già appaltati o in fase di gara – sorprende la cifra di € 325.000 a fondo perduto per un progetto fermo dal 2009 finalizzato alla riqualificazione, prevenzione e messa in sicurezza della scuola Media Ricci Spadoni.
La struttura nel 2015 ospiterà infatti al primo piano la scuola elementare con la costruzione al piano terra di una nuova mensa e dei bagni per la palestra. In tal modo le spese di gestione saranno dimezzate, riunendo le due scuole nello stesso plesso.
Il Centro Storico avrà in breve una nuova veste ed una nuova vitalità socio-culturale: oltre alla gara d’appalto per i lavori che inizieranno a fine gennaio di ripristino delle due vie Pascali e Gioberti, dove verranno finalmente costruiti ben 40 posti macchina che daranno una soluzione al problema parcheggi (€ 480.000 a fondo perduto), saranno messi a nuovo ed attivati due Poli culturali fondamentali: il chiostro di San Francesco con la realizzazione del tanto atteso “Archivio Storico” e la sala polifunzionale della ex-Collegiata ottenuti dal progetto in collaborazione col GAL Fermano per circa 120 mila euro, su fondi europei.

Intanto la giunta “social” non poteva trascurare la digitalizzazione del paese, affidando alla ditta Skianet di Fermo la costituzione di una Smart-City, per l’ottimizzazione del sito e la fruizione delle linee internet con adsl in grado di raggiungere tutti i luoghi. Stessa progettualità verrà attivata per provvedere in tempi brevi all’allestimento con progetto della ex Comunità Montana, delle telecamere nei punti nevralgici del paese anche per prevenire casi di vandalismo e di micro-criminalità, fenomeni purtroppo da qualche anno in forte crescita.
Per concludere il piano annuale delle opere pubbliche si è avuta notizia che la Regione Marche ha approvato due finanziamenti per la Protezione Civile per il ripristino delle strade comunali e del vecchio campo sportivo per un totale di circa € 100.000 a fondo perduto.
Grazie a tutte questi interventi possiamo parlare di svolta essenziale per l’immagine e la qualità di vita del paese montano, cosa che mancava da decenni: poi la Bandiera Arancione entro la fine dell’anno e gli inizi dei lavori per la tangenziale ad opera della Provincia di Fermo ,previsti per la primavera, saranno, speriamo, il compimento di un percorso non più rinviabile.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento