Concorso di Poesia

Ancona 12 Dicembre Sciopero Generale: con CGIL e Uil 10 pulmann da Fermo

Ancona 12 Dicembre Sciopero Generale: con CGIL e Uil 10 pulmann da Fermo

Venerdì mattina 12 dicembre da Fermo partiranno 10 pulmann con 500 persone tra giovani, lavoratori, pensionati; destinazione Ancona Piazza della Repubblica per partecipare alla grande manifestazione di CGIL e UIL Marche.

“In queste settimane abbiamo svolto centinaia di assemblee, nelle fabbriche, uffici e nelle città del Fermano. Abbiamo compiuto uno sforzo, anche attraverso volantinaggi, uso dei media e mezzi informatici, per svelare le mistificazioni del governo Renzi che di fronte ai fallimenti economici-occupazionali ha voluto ingaggiare una battaglia ideologica e distrattiva contro i diritti fondamentali dei lavoratori e contro un futuro di lavoro dignitoso per i giovani.” – si legge in una nota delle Segreterie CGIL e UIL di Fermo -Il Fermano, terra del lavoro, si mobilità in coerenza con la sua storia sociale, con il suo sviluppo, civile ed economico, conquistato grazie al lavoro diffuso in migliaia di imprese. Da noi il valore sociale del lavoro impregna tutta la comunità dandole piena dignità e speranza per il futuro. La nostra gente si mobilità proprio contro una politica che pretende di distruggerlo.
Abbiamo smascherato la strategia del governo che, tutelando l’”aristocrazia” delle grandi ricchezze e facendo solo “chiacchiere” contro la corruzione diffusa, tenta di dividere il mondo del lavoro e la società italiana, mettere i padri contro i figli, i precari contro i garantiti (sic), gli italiani contro gli immigrati.
Così i ceti agiati e parassiti possono stare tranquilli e navigare nel mare delle disuguaglianze sulle spalle delle persone che lavorano.
Ormai è chiaro, il governo Renzi-Poletti vuole portarci in dietro di 50 anni, quando il dominio dei latifondisti, dei padroni della mezzadria e delle ferriere era totale e il popolo doveva stare a testa bassa.
Il Paese ha fame di lavoro. Non cresce a fronte di politiche sbagliate che insistono nel solco del neo-liberismo, dell’austerity, delle disuguaglianze.
Politiche contro il lavoro, contro i lavoratori e contro i giovani; politiche che vogliono i lavoratori ricattabili ed alla mercé anche dei capricci dell’imprenditore; lavoratori vittime predestinate allo sfruttamento, ai pericoli delle prestazioni rischiose per la propria incolumità, lavoratrici costrette ad essere disponibili a tutto.
CGIL e UIL chiedono e propongono misure concrete per la crescita a partire da un Piano straordinario per l’occupazione, la riforma degli ammortizzatori sociali, l’estensione dei diritti e delle tutele del lavoro ai giovani ed ai nuovi assunti, politiche di contrasto alle disuguaglianze, aggiungendo e non togliendo a chi vive con il lavoro.
Le risorse per gli investimenti vanno trovate con una patrimoniale sulle grandi ricchezze, con una vera lotta all’evasione, alla corruzione, alle disuguaglianze, ai privilegi.
Ogni persona democratica non deve rassegnarsi! Deve tramutare la rabbia contro le ingiustizie, i tanti privilegi e la corruzione delle classi agiate in impegno e partecipazione!
Con CGIL e UIL a Ancona venerdì 12 dicembre per cambiare davvero l’Italia. Saremo tanti a chiedere libertà e diritti per i lavoratori e un Paese più giusto e democratico.”

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento