Ancona: Aspettando KUM, incontro con Pino Pitasi

ANCONA – Si chiama Desiderio e Istituzione. Inventare il futuro l’incontro organizzato da KUM! Festival, con la direzione scientifica di Massimo Recalcati. Giovedì 19 aprile, alle 14.30, all’Aula Magna dell’IIS Podesti Calzecchi Onesti di Ancona c’è Pino Pitasi, psicologo a indirizzo sociale e membro del Consiglio Nazionale di Jonas Onlus.

Questo primo incontro di Aspettando KUM! è aperto a tutti e per i docenti è previsto il riconoscimento di 4 crediti formativi previa registrazione sulla piattaforma SOFIA; per tutti coloro che non hanno necessità di ricevere il credito ma desiderano comunque partecipare è sufficiente prenotare il proprio posto attraverso il sito del festival questo link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-desiderio-e-istituzione-inventare-il-futuro-con-pino-pitasi-44870304288.

Come direttore scientifico del Festival, Massimo Recalcati ha affidato a Jonas il compito di costruire le relazione sul territorio ed in particolare con il mondo scuola: già durante la prima edizione in uno degli appuntamenti del festival, le realtà regionali di Jonas Ancona, Pesaro e San Benedetto si sono riunite per offrire un momento di restituzione del loro operato negli istituti scolastici marchigiani.

Coordinatore del tavolo fu proprio Pitasi, che giovedì tornerà ad Ancona con la sua lectio Desiderio e Istituzione. Inventare il Futuro, sia per portare la manifestazione all’interno della scuola, sia per permettere alla scuola di essere presente con la testimonianza del lavoro svolto.

Dopo questo primo appuntamento ci sarà in programma quello dell’11 maggio, che si terrà al Teatro Valle di Chiaravalle con una lectio magistralis di Uberto Zuccardi Merli, psicoanalista presidente dell’Associazione Giamburrasca Onlus Milano. 

La presenza del Festival nelle scuole non si ferma qui: gli studenti dell’Istituto Podesti Calzecchi Onesti che hanno collaborato nel 2017, entusiasti dell’attività, hanno deciso di condividerla con altri studenti e di farsi ambasciatrici della seconda edizione: Risurrezioni. Il mini tour delle studentesse, partito venti giorni, nelle scuole superiori della provincia di Ancona, intende raccontare il dietro le quinte del Festival e coinvolgere i loro coetanei a vivere la stessa esperienza insieme.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...