Ancona città di mare, ha preso il via Tipicità in blu

ANCONA – Tipicità in blu salpa le ancore. È partita questa mattina la quinta edizione del Festival nel segno della blue economy. “Quell’intuizione immaginata come una delle possibili traduzioni della parola d’ordine ‘Ancona, città di mare’ – dichiara il sindaco di Ancona Valeria Mancinelli – con questa iniziativa in modo particolare ha avuto la concreta impronta sul mondo reale, sulla città e sulla regione. Vivremo quattro giornate di intenso rapporto con il mare sotto tanti e diversi aspetti”.

Ancona si candida ad essere in questi giorni la capitale dell’economia del mare che “incide nelle Marche per l’8% del PIL” aggiunge Angelo Serri, direttore di Tipicità. “Un settore in crescita – afferma Giorgio Cataldi, presidente della Camera di Commercio di Ancona – sia per volumi che per numero di imprese. C’è tutto l’interesse a sostenerla perché rappresenta una risposta allo sviluppo sostenibile del territorio”. Della stessa idea l’assessore regionale Angelo Sciapichetti che sottolinea “il mare è una delle principali risorse regionali, non solo come pesca, ma con i trasporti, la logistica, il turismo, e la cantieristica”.

Esperienze gastronomiche, performance culturali, talk show e convegni, saloni tematici, regate, mini-crociere, narrazioni e percorsi laboratoriali, incontri con altre comunità italiane ed estere che vivono il mare come elemento costitutivo della propria identità caratterizzeranno i prossimi giorni di Tipicità in blu. Tra le novità anche Cantieri aperti, nella giornata di domenica, per esplorare lo stabilimento Fincantieri, e l’arrivo dell’Ambasciatore della Repubblica d’Albania a Roma, S.E. Anila Bitri.

“Il mare è una risorsa primaria di biodiversità – dice il Rettore dell’Università Politecnica delle Marche Sauro Longhi – ci sono ancora tante ricchezze da conoscere. Come contributo abbiamo organizzato dei laboratori per scoprire le bellezze marine con gli esperti del Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente dell’Univpm, uno dei 180 Dipartimenti Italiani di eccellenza secondo l’Anvur e che offre opportunità a livello internazionale”.

La giornata di domani, 18 maggio, si apre proprio con Adriatico Lab, laboratori per gli studenti delle scuole, mentre alla Mole Vanvitelliana c’è la presentazione dei progetti ARIEL e DORY di cooperazione territoriale europea Adriatico-Ionico (ADRION) per la pesca sostenibile e l’acquacoltura. “Tipicità in blu è il momento di sintesi in cui c’è tutta l’economia del mare, uno degli asset su cui Ancona deve puntare: attività industriale, porto, turismo, pesca – sottolinea Nunzio Tartaglia, responsabile della macroarea Marche-Abruzzo di UBI Banca -. Sono quattro ambiti che sviluppano un proprio percorso di attività e opportunità economiche”.

Legato alle attività del mare e alle opportunità economiche, sempre nella giornata di domani, alle 18, è in programma l’inaugurazione della nuova unità produttiva dell’azienda Skalo Spa, nell’area portuale. Durante la giornata sono previste le minicrociere che porteranno le persone fino a Portonovo per un’esperienza che farà vedere Ancona da un punto di vista diverso, mentre in città ci sono proposte di accoglienza a tema negli esercizi che aderiscono ai circuiti promossi dalla manifestazione.

Tipicità in blu, che è sede di tappa del Grand Tour delle Marche, è organizzata dal Comune di Ancona in collaborazione con la Camera di Commercio di Ancona e un nutrito pool di entità pubbliche e private.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...