Ancona: con la conversazione del filosofo e teologo Vito Mancuso, al via la XXIII edizione de Le parole della filosofia

ANCONA – Cresce l’attesa per l’incipit della XXIII edizione de “Le Parole della Filosofia” -gli Incontri con i Filosofi-  che dà il via anche al “Festival del Pensiero Plurale, progetti nati da una felice intuizione del prof. Giancarlo Galeazzi, presidente onorario della Società Filosofica Italiana di Ancona e sempre sostenuti dal Comune di Ancona, assessorato alla Cultura.

Ad aprire al Teatro Sperimentale, lunedì prossimo 11 febbraio alle ore 21,  l’edizione 2019  dedicata a   “Il senso della vita”,  questione esistenziale che attraversa tutta la storia della filosofia e interseca la storia della  religione e della scienza,  sarà uno dei filosofi più apprezzati e ascoltati del nostro tempo, Vito Mancuso, che torna ad Ancona per la quarta volta con una conversazione su “Pensiero”.   L’ingresso è come sempre LIBERO, fino ad esaurimento posti.

Vito Mancuso, nato a Carate Brianza nel 1962, è stato docente all’Università San Raffaele di Milano e all’Università di Padova. Rifletterà su “bellezza del pensiero e pensiero della bellezza”, anche alla luce di due suoi recenti libri: Il bisogno di pensare e La via della bellezza (entrambi pubblicati da Garzanti rispettivamente nel 2017 e 2018). Questo teologo e filosofo, che ha partecipato ad altre edizioni della rassegna, è anche autore di L’anima e il suo destino (2007) e La vita autentica (2009), pubblicati da Cortina, e di Il principio passione (2014), Dio e il suo destino (2015), Il coraggio di essere liberi (2016) e Questa vita. Conoscerla, nutrirla, proteggerla (2016), pubblicati da Garzanti.

Agli Incontri con i filosofi al Teatro Sperimentale si alterneranno nelle settimane successive Ivano Dionigi (4 marzo), Sergio Givone (8 aprile)  e Francesca Brezzi ( 6 maggio) sui temi:  “dia-logo”,  “religione” e  “dono” offrendo dei percorsi per affrontare  quella domanda radicale (che senso ha la vita?)  In parallelo viene tenuta la Scuola di filosofia con Giancarlo Galeazzi nella Facoltà di Economia di Ancona, dove si mettono a confronto tre declinazioni di risposta: la “investigazione”, la “interrogazione” e la “invocazione”.

A complemento di questi appuntamenti, allo Sperimentale viene riproposta l’esperienza della Filosofia in movimento (6 maggio) di Simona Lisi e viene proposta per la prima volta l’esperienza didattica di Debate filosofico (8 e 18 aprile) con alcuni studenti liceali di Ancona.

“Continua così – spiega il prof. Galeazzi– tra tradizione e innovazione,  un approccio alla filosofia che coniuga insieme rigore e accessibilità, un approccio che, lungo ventitré anni, ha ininterrottamente coinvolto un vasto pubblico confermando la validità della formula adottata e la sua efficacia quale offerta culturale.  L’apprezzamento del pubblico ha ripagato gli organizzatori dell’impegno profuso in questa rassegna, che costituisce la manifestazione permanente del “Festival del pensiero plurale” che comprende, pur a carattere episodico, svariate altre iniziative  lungo tutto l’anno”.

“”Il Festiva del Pensiero Plurale-  commenta l’assessore alla Cultura Paolo Marasca-  è diventato  un soggetto che si arricchisce di volta in volta di spunti diversi, promuovendo un coinvolgimento crescente della cittadinanza nelle sue componenti, aprendosi particolarmente ai giovani. Tra conversazioni e sperimentazioni si creano occasioni di riflessione e dibattito con un pubblico eterogeneo accumunato dall’interesse per l’esercizio del pensiero””

Anche la XXIII edizione de “Le parole della filosofia” è pubblicizzata attraverso la creatività grafica dell’agenzia “Lirici Greci” diretta da Francesca di Giorgio, che cura il manifesto e la brochure, ed è organizzata dall’Associazione culturale “Ventottozerosei”, che cura anche altri festival come “A piedi nudi nel parco” di Napoli e “Cinematica. Immagine in movimento” di Ancona.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...