Ancona: inaugurata Core Mio casa di accoglienza per i bimbi con il cuore birichino

ANCONA – I risultati del Centro di Cardiochirurgia Pediatrica e Congenita degli Ospedali Riuniti di Ancona stanno attirando sempre più pazienti provenienti non solo da tutta la Regione Marche ma anche dalle Regioni limitrofe.
Le famiglie che accompagnano e assistono i piccoli pazienti hanno bisogno di un punto, esterno all’ospedale in cui appoggiarsi e riposarsi per alcune ore per ricaricare le energie e trasmettere forza ai loro cuccioli.

Don Giancarlo, da sempre attento alle necessità delle famiglie ha accolto la richiesta del Comitato Genitori Bambini Cardiopatici e ha realizzato “Core Mio”, casa di accoglienza per le famiglie ricoverate in cardiochirurgia.

Le caratteristiche di questa casa: essere a misura di famiglia. Ci sono cinque stanze in cui i genitori possono dormire, ognuna dotata di bagno per il massimo rispetto della privacy. I familiari potranno anche usufruire della cucina che è in comune con gli altri ospiti di Casa dell’ Ospitalità.

Non solo, rispetto a tutte le altre case di accoglienza Don Giancarlo ha pensato anche ai bambini e creato una sala giochi luminosissima tutta per loro.

“Questo rappresenta un grande e importante tassello per le nostre famiglie -sostiene la Presidente del Comitato Genitori Valentina Felici- poiché fino ad ora avevamo difficoltà a trovare una casa che potesse accogliere anche i minori, fratelli dei ricoverati o i bimbi con il cuore birichino che non necessitano più di assistenza medica ma abitano troppo lontano dal Centro e allora per qualche giorno possono trovare l’armonia della famiglia e un ambiente adatto a loro prima del rientro a casa. Oggi abbiamo inaugurato Coremio, organizzando un bel momento di festa alla presenza del dr. MarcoPozzi e abbiamo offerto unbellissimo rinfresco messo a disposizione dalle mamme del Comitato Genitori Bambini Cardiopatici”.

Contento di questo servizio anche il Primario della Cardiochirurgia Pediatrica, dr Marco Pozzi, da sempre impegnato con la sua equipe a rendere il percorso ospedaliero meno traumatico possibile “Grazie alComitato cerchiamo di migliorare l’accoglienza e l’assistenza delle famiglie ricoverate, non ci prendiamo carico solo di un cuoricino da
curare ma di tutta la famiglia che ruota attorno ai bambini.Così riusciamo a ottenere i migliori risultati”.

Per accedere a Coremio si può contattare direttamente Don Giancarlo al 3334553268. Presenti all’ inaugurazione anche il direttore generale dr.Michele Caporossi, il vicesindaco di Ancona Stefano Forsi, Fabio Sturani ed il vescovo mons. Angelo Spina.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...