Ancona: La punta della lingua, la poesia femminile con le autrici di Matrilineare

ANCONA – Domani venerdì 5 luglio- quinta giornata del Festival La Punta della lingua-  presso l’Hotel Emilia di Portonovo protagoniste le autrici italiane contemporanee  con tre incontri dedicati alla poesia al femminile: Matrilineare, un affresco della poesia italiana al femminile dei giorni nostri; Per  Le Marche della poesia,  il viaggio nel disagio psichico con l’anconetana Sarah di Piero (esordio editoriale di Nie Wiem con il patrocinio del  movimento basagliano Le Parole Ritrovate)  e la voce radicale dell’autrice fanese Alessandra Carnaroli.   La sera tre giovani poeti improvvisatori e stornellatori, Rustici, Ganugi e De Acutis, ridaranno vita all’antica forma di improvvisazione in versi dell’ottava rima con “Rimando a domani Improvvisazioni di disfide in ottava rima e altre peripezie rimate

Si inizia alle ore 18.00 con  Matrilineare. Madri e figlie nella poesia italiana dagli anni Sessanta a oggi.   Dopo aver curato antologie dedicate al corpo delle donne e alla poesia femminile d’ambito anglosassone, Fiorenza Mormile, Loredana Magazzeni, Anna Maria Robustelli e Brenda Porster hanno raccolto una settantina di testi di autrici italiane contemporanee (da Anna Maria Ortese a Dina Basso) che si interrogano sul rapporto madre-figlia, componendo allo stesso tempo un affresco della poesia italiana al femminile dei giorni nostri.   Con Fiorenza Mormile, Anna Maria Robustelli, Maria Pia Quintavalla, Alessandra Racca, Anna Elisa De Gregorio e Alessandra Carnaroli. Presenta Leila Falà

Con il patrocinio del Consiglio Regione Marche Commissione Pari Opportunità. Alle ore 19.00 per Le Marche della poesia, l’anconetana Sarah di Piero presenta Reparto da qui (Argolibri, 2019). Nel suo viaggio dall’inferno del disagio psichico al purgatorio chimico, in cerca di un paradiso perduto,  Sarah Di Piero ha raccolto, tra sogno e veglia, i frammenti della sua esperienza, vissuta dentro i reparti psichiatrici ma anche fuori, nel mondo esterno.

Reparto da qui, prima opera di Argolibri, è un invito a non arrendersi e a servirsi della parola per dire ciò che si agita dentro e fuori di noi. Presenta Valerio Cuccaroni.  Intervengono: Tiziana Tommasi, movimento Le parole ritrovate. Giampaolo Milzi , direttore mensile di resistenza giovanile Urlo, Edelvais Cesaretti, Associazione familiari La rondine. Con il patrocinio del movimento basagliano Le Parole Ritrovate.

Dopo la cena al chiosco dell’Hotel, (ore 20, senza prenotazione), alle ore 21.30 Alessandra Carnaroli presenta Sespersa (Vydia, 2018). Voce radicale, capace di penetrare nelle viscere di corpi martoriati dal femminicidio, dalla pazzia o dall’aborto, Alessandra Carnaroli usa la poesia come un mezzo di espressione e di denuncia. I frammenti di una storia di esclusione ma anche di una ricomposizione, inedita nell’opera dell’autrice fanese, si dispongono lungo le pagine del libro, che acquista la valenza di poema. Presenta Cristina Babino. 

Con il patrocinio del Consiglio Regione Marche Commissione Pari Opportunità. Alle ore 22.00 il pubblico del festival assisterà alle Improvvisazioni di disfide in ottava rima e altre peripezie rimate “Rimando a domani”. Tre giovani poeti improvvisatori e stornellatori, Enrico Rustici, Fabrizio Ganugi e Donato de Acutis, ridaranno vita all’antica forma di improvvisazione in versi dell’ottava rima.

Erede delle tenzoni medievali e ancora praticata in Toscana e in alcune zone del Lazio, consiste nell’imbastire dei veri e propri duelli a suon di endecasillabi rimati su tematiche, più o meno eleganti, proposte dal pubblico. Una tradizione orale che vede tra i suoi cultori artisti come Francesco Guccini, Roberto Benigni e David Riondino.

Il programma completo del Festival: https://www.lapuntadellalingua.it/programma-2019/
Tutti gli autori: https://www.lapuntadellalingua.it/2019-autori/

Il festival della poesia totale La Punta della Lingua, co-organizzata dall’associazione di promozione sociale Nie Wiem e dal Comune di Ancona, con il contributo di La Mole, main sponsor Coop Alleanza 3.0, con il sostegno della Regione Marche Por Fesr 2014-2020 8.1 Imprese creative “Marche della Poesia” e altri 40 partner, con oltre 50 autori italiani e stranieri, per 30 appuntamenti, in riva al mare di Portonovo e nei meravigliosi monumenti di Ancona, con possibilità di visite agevolate nella Recanati di Giacomo Leopardi e nel borgo medioevale di Offagna.

Per gli amici e le amiche del festival che sceglieranno di passare una vacanza poetica in uno dei luoghi delle “Marche della Poesia” durante la settimana del festival sono previsti sconti e agevolazioni comunicati nel sito www.lapuntadellalingua.it.

La Punta della Lingua è parte integrante del progetto “Marche della Poesia”, realizzato da Nie Wiem con il contributo della Regione Marche POR FESR 2014-2020 8.1 Imprese creative le Marche della Poesia. Grazie alla vittoria di questo bando Nie Wiem ha sviluppato il pacchetto turistico delle Escursioni poetiche ed è diventata una casa editrice con il marchio editoriale Argolibri (vincitore del bando per l’Editoria della Regione Marche 2018).

Nel mese di giugno Nie Wiem presenterà online il suo primo short business poetry film, co-finanziato con i fondi europei per lo sviluppo per promuovere le eccellenze dell’offerta turistica del territorio. Il progetto Marche della Poesia si chiuderà in autunno con un appuntamento speciale dedicato alla Videopoesia.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...