Ancora sanzioni per bollette pazze: accolte dall’Antitrust le denunce del Movimento Difesa del Cittadino

ROMA – Nuova  sanzione dell’Antitrust di  1,8 milioni di euro ad Eni gas e luce per “l’inadeguata gestione delle istanze dei consumatori relative alla fatturazione dei consumi di elettricità e gas, a fronte del contemporaneo avvio dell’attività di riscossione”.

<<Anche nel 2017 migliaia di consumatori hanno continuato a lamentare problematiche connesse alla fatturazione che grazie ai nostri Sportelli abbiamo puntualmente denunciato all’Antritrust  e siamo lieti di aver contribuito alla sanzione irrogata ad Eni per la reiterazione di comportamenti scorretti nei confronti dei clienti sul trattamento dei reclami, nonché per la gestione dei super conguagli, causa di gravissimi problemi per le famiglie italiane>>  sottolinea Francesco Luongo, Presidente Nazionale di MdC.

Il provvedimento dell’Autorità “trae origine dalle numerose segnalazioni con le quali, a decorrere dalla seconda metà del 2017, molti consumatori hanno continuato  dei consumi di ingente importo, riguardanti periodi di consumo superiori anche a cinque anni dalla data di emissione della fattura, emerse specialmente nell’ambito delle attività di recupero crediti effettuate da EGL nel corso del 2017”.

L’Associazione continua nelle sue battaglie in difesa dei consumatori ed invita ogni cittadino vessato a denunciare abusi e scorrettezze presso le sedi presenti in tutto il territorio nazionale, o comunque mettendosi in contatto attraverso i siti internet:www.mdc.it www.sportellodifesadelcittadino.it 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...