Arquata, al via i lavori per la “nuova” Salaria. La ricostruzione inizia dalle strade

ASCOLI – Il sisma non ferma l’ammodernamento della Salaria atteso da secoli e sempre più indispensabile visti i recenti blocchi dovuti alla neve o a massi pericolanti anche ben prima della terribile scossa del 24 agosto che ha raso al suolo gran parte del territorio arquatano. Anas, ha infatti comunicato, di aver avviato i lavori per la realizzazione della variante al tracciato della strada statale 4 “Salaria” nei comuni di Arquata del Tronto e Acquasanta Terme, in provincia di Ascoli Piceno, per un investimento complessivo di 90 milioni di euro. “L’intervento rientra nel piano Anas di potenziamento e completamento delle infrastrutture viarie dell’Area del cratere sismico. I lavori consentiranno infatti di superare le criticità di accessibilità al territorio legate all’orografia del territorio e alla tortuosità del tracciato attuale, innalzando i livelli di servizio dell’infrastruttura nonché gli standard di sicurezza per la circolazione”, ha dichiarato il presidente di Anas Gianni Vittorio Armani. L’opera si svilupperà per circa 2,7 km in variante al tracciato attuale tra l’abitato di Trisungo e l’esistente galleria “Valgarizia”. L’intervento comprende la costruzione di una galleria lunga 1,8 km, che sarà dotata degli impianti tecnologici e di sicurezza previsti dagli standard più recenti. Sarà inoltre realizzato lo svincolo di Trisungo per l’interconnessione della nuova infrastruttura con la viabilità esistente e con l’attuale tracciato della Salaria che avrà funzione di viabilità locale. La piattaforma stradale sarà di 10,5 metri, con una corsia per ogni senso di marcia oltre alle banchine laterali.Il tempo previsto per l’esecuzione dei lavori è di 3 anni. L’impresa risultata aggiudicataria è “Carena SpA”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento