Concorso di Poesia

ASCOLI PICENO – AMELI RISPONDE IN MERITO AL CASO SERT

In merito allo spaccio di eroina al Sert di Ascoli Piceno, il Capogruppo del PD Francesco Ameli dichiara:
“Lo diciamo da tempo e ci spiace che da parte della direzione sanitaria ci sia stata sordità e latitanza rispetto alle nostre proposte su questo tema.
Rispetto alla situazione attuale, piuttosto che lasciare pazienti ed operatori in balia degli eventi, come proposto chiaramente tempo fa, sarebbe stato sicuramente auspicabile una vigilanza privata affiancata a pattugliamenti nell’area circostante la sede del Servizio di Recupero dalle Tossicodipendenze. Tutto ciò avrebbe portato sicuramente tranquillità a tutto il quartiere vista anche la mancanza del “vigile di quartiere”.
In tal modo si andava (e si andrebbe) quindi a creare una sorveglianza non solo per il SERT ma per tutti i cittadini di Monticelli. Lo spaccio di droga è un atto contro la legge e contro la comunità, che nulla ha a che fare con il SERT ed i suoi servizi, e come tale va trattato: pertanto l’unica soluzione resta quella di un controllo ad hoc, con vigilanza privata, pattugliamenti e vigili di quartiere, come specificato pocanzi.
A chi oggi ci accusa di dover dare spiegazioni,  forse dovrebbe chiedere al Sindaco quali atti sono stati fatti e quali risultati ha portato a casa, visto che l’area individuata non aveva i requisiti e le autorizzazioni adeguate ad ospitarlo, facendo una figura imbarazzante con gli abitanti del quartiere di Monticelli. La sensazione è che, come in altre circostanze, si voglia strumentalizzare la situazione per un mero tornaconto politico, e che l’interesse reale della cittadinanza venga posposto ai più becere speculazioni di parte.”

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento