Concorso di Poesia

Ascoli Piceno – Il presidio Haemonetics, un esempio di dignità

Ascoli Piceno - Il presidio Haemonetics, un esempio di dignità

Un presidio lungo 533 giorni quello della Haemonetics, una lunga mobilitazione per il riscatto produttivo ed occupazionale del territorio.

“Il giorno della Santissima Pasqua, 5 aprile 2015, saranno 533 i giorni passati dai lavoratori HAEMONETICS in presidio davanti alla fabbrica.” – “commenta la Segreteria Provinciale dell’UGL – ” Il primo giorno, la postazione di un presidio permanente, è stato il 18 ottobre 2013. Da allora ad oggi, il gruppo di lavoratori HAEMONETICS, le donne e gli uomini più combattivi, più vitali, più pronti a comprendere che il tempo li chiamava ad essere protagonisti del loro futuro, hanno vissuto e stanno vivendo una lunga stagione di resistenza e di riscatto.

Un esempio vivente di dignità; un argine di difesa; una indignazione permanente al cinico , indecoroso , mortificante e drammatico saccheggio che la “etica” HAEMONETICS ha fatto di lavoro, professionalità e territorio.

Un no alla rassegnazione; no a quella cattiva cultura di dominio che vorrebbe relegare la persona ed il lavoro a merce indistinta da utilizzare e gettare via.

La HAEMONETICS è ancora inchiodata ad Ascoli Piceno; i suoi avvocati fanno la spola tra Milano ed il Tribunale di Ascoli Piceno; decine di cause contro la Multinazionale sono in corso e la contestazione principe per aver voluto “bastonare” la UGL e poter chiudere tranquillamente la fabbrica è ancora tutta in piedi e con possibilità sorprendenti davanti al Tribunale di Ascoli Piceno. Una lotta necessaria e difensiva; il nostro No urlato ad una Multinazionale che ha tradito in maniera disumana 187 lavoratori e tutto il territorio.

I macchinari sono sempre intatti in fabbrica; questa mattina, dopo un mese e mezzo dall’annuncio, alle ore 8,30 è entrato in HAEMONETICS un automezzo con un braccio di gru meccanica; i lavoratori sono a monitorare; vedremo se è l’inizio dello smantellamento dei macchinari; soprattutto se riguarderà una linea o tutte e due le linee. Il quadro risulta ancora suscettibile di tante ed imprevedibili novità.

Le battaglie giuste, dignità lavoro e diritti delle persone, possono sembrare eclissarsi sopraffatte dalla violenza dei Poteri Forti; ma ritornano sempre a svettare sotto la spinta delle energie migliori.”

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento