Concorso di Poesia

ASCOLI PICENO – LA LOTTA DA LEONI DEI LAVORATORI DELLA PRYSMIAN

UN ACCORDO DIGNITOSO,

MA RESTA LA CHIUSURA DELLO STABILIMENTO DI ASCOLI PICENO.

L’IMPOTENZA DELLE ISTITUZIONI E LA RESA DEL TERRITORIO

I lavoratori hanno messo forza e coraggio in questa durissima battaglia con la PRYSMIAN; hanno strappato un accordo dignitoso; l’unico possibile.

Siamo abituati a chiamare le cose con il loro vero nome; la PRYSMIAN purtroppo chiude ad Ascoli Piceno e questa è una sconfitta del territorio; sposta i suoi macchinari a MERLINO ed occupazione a MERLINO ed ARCO FELICE.

Un dato di fatto che fotografa l’acuirsi di una faglia economica sul territorio di profonde e drammatiche proporzioni.

Togliamo subito di mezzo tutte le balle sul costo del lavoro e sull’affidabilità e professionalità dei lavoratori; la PRYSMIAN preferisce spostare gli stessi lavoratori con contratti aziendali migliori e costi aggiuntivi per incentivi per disagio, piuttosto che rimanere a produrre ad Ascoli Piceno.

La delocalizzazione della PRYSMIAN evidenzia la impotenza delle Istituzioni e la resa del territorio; ben altro si poteva fare ma non è stato fatto.

Le solidarietà mostrate sono state sicuramente generose; ma il tessuto politico Istituzionale Industriale locale ha confermato una fragilità ed una liquidità assolutamente drammatiche; determinando l’uscita della PRYSMIAN da Ascoli Piceno.

La forza della nostra comunità territoriale deve essere tutta riconquistata; per riaccendere economia produzione ed occupazione nell’area del Piceno.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento