Concorso di Poesia

Ascoli Piceno – Presidio Haemonetics: i lavoratori non si arrendono.

Ascoli Piceno - Il presidio Haemonetics, un esempio di dignità

Di seguito la nota da parte della segreteria provinciale UGL in merito al Presidio Haemonitics:

“Un Presidio forte, combattivo; sono 415 i giorni che un gruppo di donne ed uomini tengono in piedi il presidio HAEMONETICS.
Un evento di grandezza mai verificatosi nel Piceno; una gagliarda passione; il segno eroico di una piccola leggenda.
Avremo l’evento fantastico di un nuovo nato di una madre del presidio; i primi giorni del prossimo anno un fiocco azzurro spunterà sulla casa di una donna del presidio; la leggenda delle donne che si battono per dignità, futuro e lavoro si arricchirà del significato stupendo di un nuovo concepimento.
Testimonianze di valori che superano le aridità dell’oggi; pensiero ed azione sono gli ingredienti di una comunità umana, quella del presidio che sta facendo la piccola storia del lavoro nel Piceno.
Decisi come il primo giorno a rivendicare dignità futuro lavoro e ripartenza della fabbrica.
La HAEMONETICS è davanti al Presidio; linda come un gioiello, con i macchinari manutentati al top; basta schiacciare un bottone ed è pronta a ripartire, più tecnologica di prima.
Sul futuro dello stabilimento HAEMONETICS frulla di tutto; qualcosa la stiamo facendo anche noi e molto lo stanno facendo i lavoratori presidianti ed i loro rappresentanti.
Sabato 6 dicembre c’è stato un importante incontro con il Presidente della Provincia D’ERASMO; un approfondimento costruttivo, presenti i rappresentanti dei lavoratori del presidio FANINI, D’ANTONIO, MICHETTI e la Professoressa BELLINI; obiettivo comune facilitare il processo di ripartenza della fabbrica.
Che lo stabilimento HAEMONETICS sia destinato a tornare a produrre è convincimento di tutti; collocati i 187 lavoratori in mobilità il 10 novembre, dopo 2 giorni è tornato a lavorare nello stabilimento il gruppo di lavoratori che ne aveva garantito, durante la CIGS l’eccellenza manutentiva dei macchinari e l’ottima condizione estetica nell’ottica della ripartenza.
Si è deciso di mettere in moto un corposo processo Istituzionale incentrato ad agganciare le diverse disponibilità in movimento, per il comune obiettivo di ripartenza produttiva della fabbrica. Il Presidente della Provincia D’ERASMO ne ha indicato un preciso percorso operativo.
Martedì 16 dicembre presenza dei lavoratori HAEMONETICS davanti al tribunale di Ascoli Piceno; è fissata l’udienza del ricorso presentato dalla UGL, contro la HAEMONETICS, per atteggiamento antisindacale ex art. 28 legge 300.
Inciucio 1 ed inciucio 2 stanno lì a dimostrare che HAEMONETICS ha attuato il blitz di chiusura dello stabilimento produttivo di Ascoli Piceno, produttore di sacche per sangue ed unico stabilimento in Europa, escludendo di fatto la UGL con un chiaro comportamento antisindacale.
Abbiamo apertamente criticato la prima sentenza del Giudice PULINI del rigetto del ricorso; le sentenze si rispettano ma vivaddio vanno anche ed in maniera significativa criticate.
Torniamo a chiedere al Tribunale di Ascoli Piceno, coraggio, verità e giustizia.”

SEGRETERIA PROVINCIALE
UGL

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento