Concorso di Poesia

Ascoli Piceno – Prysmian, Castelli cerca attenzioni a livello nazionale

Ascoli Piceno - Castelli al 31° posto tra i sindaci più amati d'Italia per Il Sole 24 ore

Il caso Prysmian un duro colpo per l’economia industriale ascolana.
I lavoratori dopo l’annuncio della chiusura dello stabilimento sono riuniti da venerdì in un’assemblea permanente.
Il sindaco Castelli intanto, nell’attesa di sapere se e come l’azienda avrà modo di ricollocare parte delle maestranze, cerca di portare l’attenzione dei media nazionali sul caso:

“Questa mattina a Rai tre su Agorà ho cercato di porre all’attenzione nazionale il caso della Prysmian di Ascoli; un caso per versi paradossale in quanto riferito ad uno stabilimento produttivo e sostanzialmente in attivo che, tuttavia, soccombe perchè la politica industriale del Paese ha privilegiato altri stabilimenti del medesimo gruppo. Stabilimenti resi, dunque, più competitivi non dalla qualità e dall’economicità dei processi ma dagli interventi di contribuzione pubblica. Mercoledì sarò a Roma per stimolare specifiche iniziative sul caso della Prysmian di Ascoli. Dobbiamo cercare una soluzione a questo paradosso che comunque nasce dal fatto che il nostro territorio, nonostante le gravissime perdite in termini di occupazione, non è mai stato riconosciuto come area industriale in crisi dal Governo. Questa mattina, a margine del tavolo Restart, ci siamo confrontati su questo tema con le rappresentanze sindacali e già da subito cercherò di sensibilizzare tutti i livelli istituzionali affinché congiuntamente venga formulata una specifica istanza al Ministro per le Attività Produttive tesa al riconoscimento del Piceno come area industriale in crisi.”

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento