Ascoli Piceno: ultimo appuntamento con Sipario Arte e Teatro, al Ventidio Basso c’è Danilo Rea

ASCOLI PICENO – Ultimo appuntamento domani, lunedì 11 ottobre alle 21, con “SIPARIO! Arte a Teatro” Festival Musicale nelle Marche”, che arriva al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno con il concerto di Danilo Rea, piano solo.

Festival itinerante alla sua prima edizione, promosso da BPER Banca in collaborazione con AD Eventi e Orchestra Sinfonica G. Rossini, nei mesi di settembre e ottobre “Sipario” ha messo in scena sei appuntamenti a ingresso gratuito nei teatri di Pesaro, Fabriano, Fano, Jesi, Ancona e appunto Ascoli Piceno, ed è stato realizzato grazie alla collaborazione di AMAT, Comune di Ancona, Comune di Ascoli Piceno, Comune di Pesaro, Comune di Fabriano, Fondazione Pergolesi Spontini e Fondazione Teatro della Fortuna di Fano.

Danilo Rea, ricercatissimo in ambito pop e jazz, è considerato uno dei migliori pianisti italiani, ha iniziato a suonare all’età di sei anni. Diplomatosi al conservatorio di Santa Cecilia a Roma, non ha mai abbandonato la sua passione.

Da più di dieci anni è il pianista di fiducia di Mina, ha collaborato con Claudio Baglioni, Adriano Celentano e di recente con Gino Paoli insieme ai più grandi musicisti jazz della scena italiana con i quali ha occasione di dare spazio alla sua vera forza, la libera improvvisazione su temi melodici celebri.

Ha lavorato anche con numerosi personaggi di spicco del panorama musicale jazz internazionale come Chet Baker, Lee Konitz, Bob Berg, Michael Brecker, Tony Oxley, Dave Liebman, Kenny Wheeler, John Scofield, Joe Lovano, Toots Thielemans, esibendosi in diversi concerti nei maggiori festival jazz italiani e internazionali.

Rea trova nella dimensione in piano solo il momento ideale per dare forma al proprio universo espressivo e al suo talento naturale per l’improvvisazione: le idee che convergono nelle performance sono delle più varie, dai capisaldi del jazz, passando per le canzoni italiane, fino alle arie d’opera.

Così, con il suo talento capace di spaziare su qualunque repertorio, la sua sensibilità musicale, il suo estro gentile e la sua forza creativa, Danilo plasma la melodia schiudendo le porte a infinite possibilità che si aprono agli ascoltatori.

Uno show dinamico in cui l’improvvisazione è protagonista, proiettando gli spettatori in un mondo le cui strade sono ancora tutte da scoprire. “Io improvviso sempre durante i concerti, odio avere una scaletta, nulla è già deciso: per me un concerto è come un salto in un mondo che ti si apre strada facendo. È un po’ come raccontare una storia, cercando di costruirla parola dopo parola, e trovando spunti per reinventarla ancora, sempre viaggiando melodicamente sul filo dei ricordi comuni”. 

I biglietti, che erano prenotabili gratuitamente sul sito di Sipario dallo scorso 10 settembre, sono esauriti.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...