Ascoli, si iniziano a “curare” le ferite. Ingabbiato il campanile di San Francesco, ma è polemica


ASCOLI – Dopo la torre di palazzo dei Capitani, cerchiata sin dopo la scossa del 24 agosto, stamane sono iniziati i lavori di messa in sicurezza del campanile di san Francesco transennato dopo la terribile “botta” del 30 ottobre. Si iniziano a curare le ferite del sisma, ma non tutti sono d’accorso sulle priorità scelte dall’amministrazione. Il riferimento è ad esempio alle due torri private “Merli” sopra la scuola Sant’Agostino frequentata da centinaia di piccoli alunni ogni giorno. “Figli e figliastri” è stato il commento di una mamma di fronte ai lavori in corso in piazza del Popolo e alla situazione delle torri Merli per cui non è scattato nessun lavoro, ma soltanto uno studio commissionato ad esperti della Protezione civile.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...

Lascia un commento