Auto incendiate a San Benedetto, Margherita Sorge: “Il sindaco Piunti non propone soluzioni”

San Benedetto del Tronto - Chiusura del "Santa Gemma", la nota della Sorge

SAN BENEDETTO – Sul tema della sicurezza in città è intervenuta Margherita Sorge candidata nel listino del Partito Democratico per la Camera dei Deputati che ha posto l’indice sulle numerose auto che in questi mesi sono state bruciate a San Benedetto del Tronto.

“Sicurezza -scrive l’ex assessore sambenedettese- è una parola molto importante. Tutti i cittadini hanno il diritto di vivere sicuri, tutelati dalle istituzioni che li rappresentano: è una questione oggettiva, quasi banale. Eppure, spesso, chi tanto si riempie la bocca blaterando di sicurezza è il primo a trascurare i cittadini: è il caso delle automobili bruciate a San Benedetto, piaga silenziosa che riempie le pagine dei giornali a cadenza quasi quotidiana, ma che non sembra interessare particolarmente il sindaco Pasqualino Piunti, che non propone soluzioni ma parla, testualmente, di “vicenda allarmante che non era mai successa prima”.

La destra è così: non ha soluzioni, ma al massimo prende atto di un problema e prova a dimostrare che non è colpa sua, tenendo più a fare bella figura che a prendersi in carico gli oneri di governare o amministrare. Diamo un suggerimento gratuito al sindaco: chieda immediatamente un tavolo per l’ordine e la sicurezza in città, con la presenza del questore e del prefetto. I cittadini -conclude Margherita Sorge- meritano risposte ed è compito di un sindaco essere efficace nella sua azione di governo”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...