Basket: Parte bene la Poderosa Montegranaro

Basket: Parte bene la Poderosa Montegranaro

Buona la prima per la Dino Bigioni Shoes Poderosa Montegranaro. Autoritario il successo dei gialloneri contro una Stella Azzurra Viterbo, che, priva di Meschini, non ha mai davvero messo in difficoltà il quintetto veregrense. Grande prova corale quella della squadra di coach Steffè, che solo nel terzo quarto ha accusato un piccolo passaggio a vuoto prima di chiudere i conti nel periodo conclusivo. Grande protagonista sicuramente Nicolò Ravazzani, che ha bagnato il suo esordio in maglia giallonera con una sontuosa prova da 24 punti e 11 rimbalzi, ma è stata tutta la squadra a sciorinare una grande pallacanestro, soprattutto nei primi due quarti. L’avvio non è certo delle difese. Nelle prime sei azioni arrivano altrettanti cesti. La Poderosa sbaglia il primo canestro dal campo dopo oltre 3’ e tocca anche il +10 (22-12 all’8’ con l’appoggio da sotto del giovane Cantarini su assist di uno straripante Ravazzani) ma Viterbo si tiene in piedi grazie ai tanti tiri liberi concessi dai gialloneri. I laziali provano a mischiare le carte con la zona 2-3 ma la Dino Bigioni è concentrata, allarga le maglie della difesa con una perfetta circolazione di palla e con un Ravazzani incontenibile vola a +16 (38-22 al 16’ con canestro del pivot toscano). Non è solo l’attacco a funzionare, perché è in difesa che la Poderosa completa l’opera, tenendo la Stella Azzurra a soli 3 punti nei primi 8’ del secondo periodo. E così all’intervallo lungo i veregrensi sono avanti addirittura di 18 (46-28). Il semigancio dal cuore dell’area di Gatti spinge i gialloneri al massimo vantaggio (48-28) ma è una Viterbo con la faccia giusta quella del terzo quarto. La difesa dei laziali si fa appiccicosa (ne sa qualcosa Coviello, che esce con lo zigomo sanguinante) e Chiatti è in giornata di grazia, ma la Dino Bigioni, attutito il colpo, ritrova il filo. La Stella Azzurra, infatti, non torna mai sotto la doppia cifra di distanza e così Berdini e compagni possono esultare per un successo rotondo e meritato. Un buon viatico in vista della difficile trasferta di sabato prossimo a Cassino.

Le parole del coach della Poderosa FURIO STEFFE’ a fine partita: “La prima partita di campionato ha sempre una componente emotiva forte. Noi l’abbiamo usata bene nei primi due quarti. Nel terzo e quarto periodo, invece, abbiamo subito troppo i loro contropiedi e concesso troppo facilmente l’opportunità di tornare a 10 punti di distanza. Di base, comunque, c’è stata una voglia notevole, ci siamo dati da fare, abbiamo difeso discretamente contro una squadra cui però mancava qualche elemento. Un primo passo, ma dovremo essere più pronti di quanto lo siamo stati nel secondo tempo” Le parole del coach di Viterbo FAUSTO CIPRIANI a fine partita: “Non abbiamo proprio giocato. Un impatto duro con questo campionato per noi. Qualcuno ci è mancato, qualcuno arriverà, qualcuno miracolosamente ce l’ha fatta ad esserci, ma è ovvio che in queste condizioni non era facile. Siamo partiti bene, ma non possiamo distrarci come ci è successo poi. Nel terzo quarto abbiamo iniziato a fare un po’ di confusione, giocando con voglia e cuore e siamo riusciti a rientrare un minimo. E allora mi chiedo: perché non l’abbiamo fatto prima? Dobbiamo in primis recuperare la salute, altrimenti non riusciamo nemmeno ad allenarci, e poi lavorare, lavorare, lavorare”.

 

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento