Bilancio regionale, Marangoni: “Basta spese inutili e contributi a pioggia”

Bilancio regionale, Marangoni: "Basta spese inutili e contributi a pioggia"

La votazione alle variazioni al bilancio regionale 2015 ha visto la presenza di numerosi emendamenti presentati dal consigliere regionale Enzo Marangoni di Forza Italia.

Marangoni ha evidenziato l’inutilità di capitoli di bilancio dedicati a spese come convegni, finanziamenti al ricordo della Resistenza e dell’antifascismo o fondi per enti e associazioni inutili come l’Istituto Gramsci.

Marangoni è intervenuto con decine di emendamenti finalizzati ad aumentare i fondi regionali per il diritto allo studio universitario e per la legge sulla polizia locale, vista l’emergenza sicurezza in aumento nel nostro territorio regionale. Ulteriori interventi di Marangoni, tutti senza aumentare la spesa complessiva, sono volti ad aumentare i fondi per incrementare i risarcimenti per allevatori e agricoltori causati dalla fauna selvatica come lupi e cinghiali. Merita attenzione l’emendamento dedicato all’esenzione della tassa automobilistica per le auto storiche che contrasti quanto ha stabilito il Governo Renzi che sta facendo pagare il bollo per le auto storiche anche per i veicoli sopra i venti anni di età.

Importante è l’emendamento per stanziare 300.000 euro per l’emergenza sanitaria del 118, per l’acquisto di attrezzature e automezzi del pronto intervento sanitario, al posto di tante spese inutili o di marketing elettorali.

Nel dettaglio Marangoni ha presentato diversi emendamenti con contributi straordinari per i danni dovuti alle mareggiate che hanno colpito i Comuni di Porto Recanati, Civitanova Marche e il litorale della località di Porto Potenza Picena, sempre in sostituzione di altre spese ritenute non prioritarie.

Altro particolare intervento è quello di uno stanziamento di 30.000 euro per il sostegno alle spese per strumentazioni sanitarie per l’Ospedale di Recanati. Questo per evitare che accada quanto successo qualche mese fa ad un concittadino di Recanati colpito da infarto e trasferito ad Ascoli per assenza di materiale idoneo alle verifiche mediche necessarie.

Altri interventi interessano il restauro della Tomba di Beniamino Gigli a Recanati e 100.000 euro per il sostegno delle imprese che fanno produzioni artistiche tradizionali tipiche della Regione Marche.

Tutti interventi, quelli di Marangoni, mirati a sostenere le realtà locali del territorio marchigiano con un occhio particolare alle peculiarità dell’area della provincia di Macerata ma che il Pd e i suoi satelliti hanno come al solito bocciato.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento