Blitz al River Village dei Carabinieri: denunce e sequestro di droga, identificato l’autore della rapina in un ristorante di Porto Recanati

carabinieri

PORTO RECANATI – Ieri, martedì 5 marzo, dalle ore 14 alle ore 20 a Porto Recanati, i Carabinieri della locale stazione insieme al rinforzo del Comando Provinciale di Macerata, del Nucleo Carabinieri ispettorato del lavoro Macerata, Nucleo Carabinieri Cinofili Pesaro, stazione Carabinieri Forestale Recanati, nonché  una squadra S.O.S. del 5° Rgt “Emilia Romagna”, nel  corso di un servizio coordinato al contrasto dello spaccio sostanze stupefacenti, immigrazione clandestina e reati in genere, presso il condominio denominato “River Village”, deferivano in stato di libertà alla competente autorità  giudiziaria, per violazione art. 73 d.p.r. 309/90 (detenzione fini spaccio sostanze stupefacenti), un 50enne di Potenza Picena  poiché  trovato in possesso di circa un grammo  di  sostanza stupefacente del tipo “eroina”, divisa due dosi pronte per lo spaccio, come lo stesso ammesso al momento del sequestro.

Inoltre durante il servizio veniva:

  • segnalato all’ufficio territoriale del governo-prefettura macerata, ai sensi art. 75 d.p.r. 309/90 (uso personale di sostanza stupefacente), un 50enne, in quanto sorpreso all’interno del proprio appartamento mentre stava fumando uno “spinello” risultato contenere sostanza stupefacente del tipo “hashish” e del peso complessivo grammi 1 (uno). alle contestazioni rispondeva che glielo aveva dato il figlio presente.
  • elevata violazione amministrativa sensi artt. artt. 18 – 36 – 37 d.l.vo 81/2008 (mancata nomina del medico competente – mancata formazione ed informazione del lavoratori) ad una delle attività’ del condominio, in quanto trovato un lavoratore a cui non era stato provveduto. Sanzione di euro 5.500,00.
  • contravvenzionati i proprietari di tre autovetture trovate nei parcheggi in stato di abbandono come rifiuti ai sensi dell’art.192 del codice dell’ambiente .
  • trovate negli intercapedini delle scale, bilancini di precisione e tracce di stupefacenti e materiale per il confezionamento delle dosi. Durante il servizio sono state eseguite sei perquisizioni personali e locali, controllate centoventitre persone di cui ottantasei stranieri, elevate sette contravvenzioni al cds. impiegati trentacinque militari e undici mezzi.

Verso le ore 20, nel frattempo, veniva compiuto un furto all’interno di un ristorante del centro cittadino, dove uno straniero, in maniera celata, durante un momento di distrazione, si avvicinava alla cassa e velocemente si impossessava di alcune centinaia di euro. Il cuoco si accorgeva della mossa e tentava di bloccare lo straniero che estraeva un coltello con il quale colpiva alle mani e all’avambraccio il malcapitato ( 10 gg prognosi), riuscendo così a fuggire.

Grazie al servizio in parte ancora in atto, sono state subito attivate le ricerche che hanno permesso di recuperare la bicicletta utilizzata dal rapinatore e ad acquisire elementi per identificarlo per cui verrà denunciato all’autorità’ giudiziaria per i reati di rapina, lesioni e porto di coltello.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...