Cadavere in evidente stato di decomposizione ritrovato nel porto di San Benedetto, potrebbe essere il corpo di Vincenzo Napoli. Per l’ identificazione necessario il test del dna

SAN BENEDETTO – Drammatico ritrovamento, nel primo pomeriggio nel porto di San Benedetto. Un cadavere è riemerso nei pressi della sede del Circolo Nautico Sambenedettese. Sul posto sono intervenuti i sommozzatori della Guardia Costiera, gli uomini della Capitaneria di Porto e del Commissariato di San Benedetto.

Il corpo in evidente stato di decomposizione è stato caricato su un gommone della guardia costiera  portato in banchina.  La lunga esposizione all’ acqua ne impedisce il riconoscimento. Sul luogo del ritrovamento anche iamiliari di Vincenzo Napoli il sambenedettese di cui si sono perse le tracce lo scorso 25 febbraio. Insieme al loro legale Enrico Sciarroni.

Sarà con ogni probabilità l’esame del dna ad accertare l’ identità del cadavere. Però sui social il padre del 39enne sambenedettese ha lasciato un commento che non lascerebbe adito a dubbi: “Oggi è un giorno molto brutto: mio figlio è stato ritrovato morto in mare”.

 

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...