Concorso di Poesia

Calcio Lega Pro / San Pegorin e la Samb vince anche a Fano. A segno Mancuso e Agodirin

FANO – E sono sette i punti conquistati dalla Samb di Stefano Sanderra. Violato anche il Mancini di Fano, missione compiuta. Il tecnico rossoblù aveva chiesto alla sua squadra un approccio importante ed è stato ripagato da Pezzotti e compagni che nel giro di due minuti si portano sul doppio vantaggio. Prima (10′ pt) è Mancuso a buttarla dentro su assist prezioso di Agodirin (dodicesimo centro stagionale per il numero 7), poi è proprio l’ex Bisceglie a portare sul 2-0 la Samb. 12′ pt, punizione di Radi, serie di rimpalli in area e conclusione vincente dell’ attaccante nigeriano. Partita chiusa? Nemmeno a parlarne. Ci pensa De Angeli di Abbiategrasso a riaprila.

Come? Inventandosi un rigore di quelli che neppure le immagini televisive riescono a definire. E non è la prima volta che la Samb subisce errori di questo tipo. Che sia il caso che la società inizi a farsi sentire? Comunque al 28′ pt il fischetto lombardo ravvisa un presunto fallo di mano di Radi ed indica il dischetto. Germinale, al suo primo centro stagionale spiazza Pegorin. Il Fano si getta in avanti alla ricerca del pari, ma la retorguardia rossoblù fa buona guardia.

Nella ripresa i rossoblù non sembrano gli stessi del primo tempo. La Samb si lascia schiacciare nella propria trequarti da un non irresistibile Fano. Sanderra si sbraccia dalla panchina, ma Pezzotti e compagni non escono dal guscio. Damonte è una diga in mediana, ben supportato da Sabatino e dal giovane Vallocchia (auotre di un’altra positiva prestazione) preferito a Lulli che siede in panchina. Ma a salire sul trono dei protagonisti è Fabio Pegorin

Il giovane estremo difensore che ha sostituito l’infortunato Aridità, al 4′ smorza in angolo una conclusione dell’ ex Fioretti. Sul successivo corner, Pegorin è attento su una conclusione di Ferrari. La Samb esce dal guscio al 10′ st grazie ad una splendida azione personale di Di Massimo che impegna, con una conclusione di giro l’ottimo Andreucci. Ci prova poi Damonte in diagonale ma senza esito.

Al 16′ st fa il suo esordio con la maglia della Samb il nuovo acqusito Bernardo che prende il posto dell’ acciaccato Agodirin. Ma la Samb è sempre irretita dalll’ agonismo del Fano che carica a testa bassa. Al 23′ Pegorin è miracoloso su un colpo di testa di Germinale. Cuttone, espulso per proteste al 42′ st, si gioca tutto il suo potenziale offensivo. Dentro prima Filippini e poi Melandri che vanno ad aggiungersi a Germinale e Fioretti.

Al 40′ Carotti con una conclusione velenosa, dopo un disimpegno errato di Lulli (entrato al posto di Sabatino) colpisce il palo con Melandri che non arriva al tap in vincente. Il Fano non molla, la Samb soffre e sbuffa ma non crolla. E nell’ ultimo dei cinque minuti di recupero è ancora Pegorin a bloccare una conclusione dell’ ex Fioretti solo in area di rigore. E così i rossoblù tornano a casa con altri tre punti che gli permettono di avvicinare sempre di più la quota salvezza, ma anche di guadagnare qualche posizione nella griglia play off. E domenica prossima al Riviera arriva il Forlì.

foto di repertorio Alberto Cicchini

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento