Campofilone / In scena “Goal 1986” con Stefano Tosoni e Lucio Matricardi

CAMPOFILONE – Affermava Pier Paolo Pasolini che il goal, nel calcio, è un momento esclusivamente poetico: “Ogni goal è sempre un’invenzione, è sempre una sovversione del codice: ogni goal è ineluttabilità, folgorazione, stupore, irreversibilità. Proprio come la parola poetica”. A qualsiasi latitudine e in qualsiasi categoria, dai Pulcini ai professionisti della Serie A, passando per gli Amatori del venerdì sera (chi perde paga la pizza), il “goal è – da sempre – l’orgasmo del calcio”, per dirla alla Eduardo Galeano.

E di calcio si parla nello spettacolo Goal 1986 (sottotitolo: Un’ultima stagione da esordienti), in scena sabato 2 febbraio (inizio ore 21:15) per il primo appuntamento della stagione teatrale di Campofilone. Si tratta di un monologo scritto, diretto ed interpretato da Stefano Tosoni(con le musiche originali – eseguite dal vivo – di Lucio Matricardi) che si è aggiudicato nel 2014 il contest romano Teatrando in Volo.

Un viaggio narrato a due voci, una umana e l’altra strumentale, che ci racconta un calcio primitivo, sporco, vero, puro, quello che si giocava quando si era adolescenti, negli oratori dietro le chiese, o ai giardinetti, per strada, nei parcheggi, financo in spiaggia; un microcosmo – quello dei campionati giovanili – costellato di figure e personaggi tanto epici quanto comici, uno spaccato di quella provincia italiana che ha sempre qualche storia poetica da raccontare, che sa come affascinarci, divertirci, commuoverci.

È una favola dei nostri tempi ben messa in scena da due menestrelli moderni, che a modo loro ci offrono un incantesimo che a volte sfiora chi ha il coraggio di credere nei propri sogni. E, invitandovi allo spettacolo (6 euro il costo del biglietto, spesi davvero bene), chiudiamo con un ricordo di Jorge Valdano comune a molti: “Sono ore che giochiamo a pallone e si sta facendo buio. Qualcuno grida: ‘Chi segna questo gol, vince’. E la partita diventa seria, perché non è  proprio il caso di andare a dormire con un simile fallimento sulle spalle”. Buon divertimento.

 Michele Rossi

 Testo © dell’Autore e dell’Editore

Nell’immagine © dell’artista, Stefano Tosoni in scena

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...