Cavalcata dell’Assunta di Fermo: inizia il periodo più emozionante dell’anno!


FERMO – E’ arrivato il periodo più emozionante dell’anno. I contradaioli lo attendono con ansia e trepidazione, c’è fervore, la città si prepara ad accogliere turisti e visitatori che sceglieranno le atmosfere della Cavalcata dell’Assunta per le serate di luglio e agosto. Preceduto da alcuni importanti eventi già nei mesi scorsi, siamo ad un passo dall’avvio ufficiale del programma 2022 della rievocazione storica fermana, giunta alla quarantunesima edizione.

La tabella di marcia è serrata e condurrà dritta al giorno della patrona della città, Santa Maria Assunta, il 15 agosto, quando le dieci contrade si contenderanno il drappo dipinto da Ermanna Seccacini.

Si inizia domani, il 28 luglio, alle 18, con l’apertura della mostra dal titolo “A bottega dal Maestro – Carlo Crivelli e la Cavalcata dell’Assunta”: ben 22 i lavori realizzati dagli studenti della sezione Arti Figurative del Liceo Artistico Preziotti-Licini e dall’Associazione Ex Allievi, in esposizione a Palazzo dei Priori fino al 10 settembre 2022.

Venerdì 29 luglio, alle 21.30, in piazza del Popolo, le bandiere e i tamburi faranno rivivere la storia di Bianca Maria Visconti a Fermo: in scena sette momenti della vita della duchessa di Milano, che arriverà a cavallo, impersonata dall’attrice Maria Tomassetti, e scortata dai Morlacchi.

Facciamo vivere la piana del Girfalco così come accadeva nel Medio Evo!”, questo lo spirito della giornata del 31 luglio: al Girfalco, appunto, a partire dalle 19.30 le contrade fermane animeranno il borgo medievale per ricreare una vera e propria scena quattrocentesca in attesa dell’arrivo del Palio.

Il Girfalco – racconta il regista Adolfo Leonidiventerà un accampamento, grazie alla Compagnia dei Morlacchi, che metteranno in scena anche dei combattimenti, ma, come allora, anche mercato, luogo d’incontro, di preghiera e luogo, a volte, di festa. Come oggi! Ci saranno agricoltori, pellegrini, nobili, dame, artigiani, musici, armigeri, cavalieri. E poi giocolieri e indovini e donne di strada e chierici e monaci e confraternite. Un mondo complesso e variegato. Una storia che vogliamo raccontare soprattutto per immagini”.

Come sempre, le contrade offriranno cibi semplici, di ispirazione medievale e quest’anno anche spettacolari composizioni di frutta, grazie alla collaborazione della pasticceria Leoni di Fermo. Alle 22 circa, sarà svelato il drappo dell’artista Seccacini, scortato come tradizione vuole dalla delegazione di Monte Rubbiano.

Lunedì 1° agosto, l’appuntamento è da sempre a Torre di Palme: dalle 19.30 sul belvedere il racconto della Cavalcata e dalle 21.30 il corteo storico e la lettura del bando. Martedì 2 agosto è già sfida, con la dodicesima edizione del Gallo D’Oro, competizione tra i tamburini delle contrade e mercoledì 3 agosto a sfidarsi saranno gli alfieri, con la gara “Bandiere al Vento”.

Consulta il programma completo su cavalcatadellassunta.it

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...