Concorso di Poesia

Cgil Ascoli Piceno, ricostruzione e sicurezza del lavoro i temi al centro del 1 maggio

Fermo - CGIL: "Chi amministrerà la città per i prossimi 5 anni?"

ASCOLI PICENO – Diritti da ricostruire, lavoro di qualità e sicurezza sul lavoro questi i temi al centro del 1 maggio della Cgil picena. Come di consueto l’appuntamento sarà ad Ascoli Piceno, presso il Chiostro di San Francesco a partire dalle 16, con la musica della On Air Band, fava, formaggio e vino. Un banchetto informativo sarà presente anche nel Quartiere Agraria di San Benedetto del Tronto.

“Il nostro territorio -spiega Barbara Nicolai, Segretaria Generale della CGIL di Ascoli Piceno-presenta un tasso di disoccupazione, in particolare giovanile, sempre più alto, un lavoro sempre più povero e parcellizzato, un aumento degli infortuni e malattie professionali. Sono temi strettamente collegati tra di loro con cause comuni: la precarietà diffusa, la debolezza su tecnologia, ricerca e ammodernamento dei sistemi produttivi, l’aumento dell’età pensionabile, la mancanza di una vera politica di sviluppo che possa concretamente coniugare politiche di investimento e qualità del lavoro”.

Continua la sindacalista CGIL: “L’obiettivo -continua la sindacalista della Cgil- deve essere quello di creare più lavoro, affinché il Paese possa  realmente riprendere la via della crescita e dello sviluppo. ma deve essere lavoro sicuro e che garantisca i diritti. Diritti e sicurezza nei luoghi e sul lavoro non possono essere relegati in secondo piano rispetto ai temi e ai tempi di competitività e produttività delle imprese. Bisogna rilanciare tali temi e rafforzare la prevenzione nei luoghi di lavoro con una particolare attenzione, per il nostro territorio, alla ricostruzione e a tutto il settore dell’edilizia alla luce di tutti i prossimi cantieri e lavori di ricostruzione post terremoto.”

“Queste -conclude Barbara Nicolai- saranno le ragioni del nostro Primo Maggio, non una celebrazione vuota ma un momento di discussione e riflessione che condivideremo come di consueto con lavoratrici, lavoratori, pensionate e pensionati, disoccupate e disoccupati.”

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...