Ciclismo / L’ abruzzese Pietro Di Genova si aggiudica la cronoscalata di Sarnano

SARNANO – All’ombra dei Monti Sibillini, show e spettacolo in salita per i dilettanti élite ed under 23 impegnati nella cronoscalata da Sarnano ai 1335 metri del Sassotetto abbinato al Trofeo Comune di Sarnano-Trofeo Laminox.

Grande mole di lavoro in ambito organizzativo da parte degli organizzatori della Calzaturieri Montegranaro, in sintonia con l’amministrazione comunale di Sarnano, per aver proposto questa cronoscalata di 12,5 chilometri e un dislivello di 800 metri che ha messo a dura prova i concorrenti (33) provenienti da più regioni d’Italia.

La salita di Sassotetto è stata in passato agli onori delle cronache in ambito professionistico: indimenticabile la performance del compianto Michele Scarponi alla conquista della classifica finale della Tirreno-Adriatico nel 2009 (ma l’arrivo all’epoca era fissato a Camerino), oltre allo spagnolo Mikel Landa (2018) e al britannico Simon Yates (2020) ancora protagonisti nella Corsa dei Due Mari ma in cima all’ascesa dove è stato fissato il traguardo della cronoscalata dilettantistica.

Ad aver interpretato al meglio la scalata con il tempo di 35’19” è stato l’abruzzese di Tagliacozzo Pietro Di Genova in forza alla società organizzatrice della Calzaturieri Montegranaro-Marini Silvano che ha fatto meglio del lombardo Andrea Ghislanzoni (MG K-VIS-VPM), secondo a 1’12”, terzo a 1’13” il veneto Martin Ceron (Team Gaiaplast Bibanese).

A rappresentare il comitato regionale FCI Marche, il presidente Lino Secchi che ha donato una targa al presidente del sodalizio veregrense dei Calzaturieri Montegranaro, Giuseppe Viozzi, come forma di ringraziamento per i tanti anni in cui ha svolto il ruolo di direttore di corsa all’interno della Federciclismo.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...