Cinque startup marchigiane alla quinta edizione di Smau | Italy RestartsUp di Berlino

ANCONA – Il 19, 20 e 21 giugno 33 startup italiane si presenteranno al mercato tedesco, dando prova del loro talento e dell’innovazione delle loro proposte. La quinta edizione di Smau | Italy RestartsUp in Berlin powered by ICE e Smau avrà proprio l’obiettivo di mettere in contatto l’innovazione “Made in Italy” con l’ecosistema tedesco di impese e innovatori.

Le startup provenienti da tutta Italia saranno accompagnate dai sistemi regionali dell’innovazione: incubatori, acceleratori e agenzie per lo sviluppo del territorio, realtà che sostengono la nascita di nuove imprese per favorire il loro ingresso sui mercati nazionali e internazionali. In questa edizione di Smau Berlino saranno infatti presenti la Regione Campania, la Regione Emilia-Romagna, la Regione Lazio, la Regione Marche e la Regione Siciliana, ciascuna con alcune startup del proprio territorio e molti degli attori dell’innovazione del nostro ecosistema, come ad esempio Campania New Steel, Comune di Milano, Cisco, Consorzio CBI, e-Novia, Future Food Institute, Ferrovie dello Stato Italiane, Hoepli, Leonardo Company, MindSetter, QVC, SeedUp, Sirti, Tree e tanti altri.

Agrifood, Smart Communites, Smart Manufacturing, Fintech: questi gli ambiti in cui si esprimerà maggiormente l’innovazione “Made in Italy”, insieme a diverse proposte legate alla valorizzazione del patrimonio artistico, culturale e gastronomico italiano. Ad ewerk ad esempio ci sarà la startup marchigiana 360°Storytelling che, attraverso la realtà virtuale e la realtà aumentata, racconta, in modo innovativo, le produzioni artigianali del “Made in Italy”.

Sempre marchigiana è la startup Linky Innovation che ha realizzato la prima longboard pieghevole elettrica. Il prodotto, esito di una campagna di crowdfunding di successo su Indiegogo, che ha permesso di raccogliere più di 250.000 euro, è già commercializzato in tutto il mondo, con oltre 700 pezzi venduti negli ultimi mesi. Proviene da Reggio Calabria la startup iDelivery, specializzate nella realizzazione di formulazioni nanotecnologiche per i settori della farmaceutica, cosmetica e nutraceutica.

A Smau presenteranno, tra le altre cose, una linea di prodotti per il trattamento topico delle placche della psoriasi. Da Benevento arriva la startup The Thinking Clouds, specializzata nella creazione di contenuti multimediali che, tra gli altri prodotti, presenta Woolysses, un chatbot che attraverso tecnologie di intelligenza artificiale propone percorsi di visita e contenuti multimediali ai visitatori delle piccole città d’arte.

E’ di Palermo la startup ACC che crea e costruisce la gamma di veicoli, ricaricabili ad energia solare, ZodiaC. Tra i prodotti della startup vi è la prima cargo bike totalmente personalizzabile e stand alone (connessa e gestita in toto da un software proprietario), che si ricarica grazie a pannelli solari installati sul tetto e può essere allestita per trasportare in modo confortevole passeggeri con bagagli ma anche per carichi commerciali.

Sempre siciliana la startup Artficial, fondata dal 25enne Giorgio Gori, nata per clonare tutto il bello del tridimensionale in arte. La startup ha incantato il Fuorisalone della Milano Design Week con centinaia di copie in fibra di mais del Satiro Danzante della Scuola di Prassitele, pronte a diventare icone pop da comprare sul sito www.artficial.xyz.

E’ fiorentina la startup Virtuitaly. La startup si occupa di organizzare mostre interattive per la valorizzazione del patrimonio storico-culturale italiano. Tra le startup del Lazio, sarà presente Spiderlog che presenta una soluzione innovativa che utilizza tecnologie di tracciamento satellitare e blockchain, per sviluppare servizi innovativi per logistica, trasporti e supply chain.

Queste le Start Up Marchigiane presenti a Berlino. 

Focotto (An). Startup che progetta, produce e commercializza sistemi e attrezzature per nuovi modi di vivere l’outdoor intorno alla luce e al calore del fuoco. Tra i prodotti presentati Conotto, il camino a bioetanolo. Si tratta di un camino indipendente che non richiede canna fumaria perché sfrutta la tecnologia del bruciatore a bioetanolo: un liquido totalmente biologico, la cui combustione non genera fumi, cenere o scintille.

Tra i prodotti anche Hugfire, un riscaldatore da esterno con un’alta fiamma a vista, da posizionare in giardini, piazze, cortili, per accogliere amici o clienti intorno alla luce e al calore del fuoco.

Linki Innovation (Fm). Linky Innovation ha sviluppato un longboard elettrico pieghevole. Un prodotto unico progettato in Italia che offre una soluzione divertente e diversa per risolvere il problema della mobilità dell’ultimo miglio delle giovani generazioni. I principali differenziatori di prodotto sono un sistema pieghevole unico, brevettato, uno stile unico e diverse possibilità di personalizzazione, peso ridotto e materiali automobilistici. Grazie ad una serie di caratteristiche tecniche e ad un’industrializzazione spinta, Linky è una soluzione con un eccellente rapporto qualità / prezzo. 

360° Storytelling (Pu). 360° Storytelling è una startup fondata da Olivia Monteforte, lo startupper turistico Federico Brocani e l’informatico Massimiliano Camillucci che permette far vivere un’esperienza reale al visitatore che può entrare in un laboratorio manifatturiero, incontrare l’artigiano e scoprire come nasce un prodotto Made in Italy. Il tutto indossando un visore per la realtà virtuale.

Plus Advance (Mc). PlusAdvance è la prima piattaforma italiana di dynamic discounting che aiuta le aziende e i propri fornitori a gestire direttamente e in modo più efficiente gli anticipi di fattura in cambio di uno sconto. Sulla base delle condizioni di funzionamento impostate direttamente dal cliente e dai suoi fornitori, gli algoritmi valutano se l’anticipo è conveniente per entrambi e selezionano quelle posizioni che possono quindi essere pagate in anticipo dal cliente. Il sistema si connette bidirezionalmente al software gestionale del cliente in modo che PlusAdvance vada in automatico e non richieda alcun tipo di manualità da parte del personale. 

Tech4care (AN). Tech4Care opera come centro di ricerca e sviluppo (R&D) per nuovi modelli e tecnologie per l’assistenza alle persone fragili, non autosufficienti e con malattie croniche. Le sue attività comprendono anche l’erogazione di servizi di assistenza e monitoraggio, consulenza e supporto per la gestione di progetti innovativi nell’organizzazione, formazione ed educazione sanitaria verso famiglie, assistenti familiari e professionisti.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...