Circo Madagascar: dopo il video il sindaco convoca i responsabili: “Nessun maltrattamento”. L’Asur: “Non esiste alcuna lesione”


SAN BENEDETTO – Questa mattina il sindaco Antonio Spazzafumo e l’assessore alle attività produttive Laura Camaioni hanno ricevuto i rappresentanti del circo Madagascar, attualmente attendato a San Benedetto dove ha in programma i suoi spettacoli con animali fino al 20 agosto.

I rappresentanti dello spettacolo viaggiante sono stati convocati all’indomani della pubblicazione sui social network di un video che ritrae un dipendente del circo che, proprio durante la tappa sambenedettese, sembra percuotere due pony nello spazio adibito al ricovero degli animali.

Precedentemente, sempre su impulso dell’assessore Camaioni, era stato chiesto al competente servizio Veterinario dell’ASUR di verificare le condizioni degli animali.

Durante l’incontro si è dato atto che la relazione del Servizio di Vigilanza Veterinaria dell’ASUR, redatta al termine dell’ispezione effettuata in mattinata, non ha evidenziato “nessuna lesione riferibile a percosse”. Sempre l’ASUR attesta che i quattro animali esaminati (tre pony e un asino) appaiono in buono stato di salute, “si mostrano affettuosi e socievoli con l’uomo e non mostrano quindi paure”.

I titolari del circo hanno spiegato che l’addetto alla custodia degli animali ha utilizzato la capezza, che nel frattempo si era sfilata da uno dei pony, per dividere i due animali che si stavano azzuffando, ma battendola non sugli animali bensì sulla recinzione, fatto che sarebbe confermato dal rumore metallico che si ascolta dal video.

I titolari del circo hanno ricordato che le autorizzazioni del Comune di San Benedetto vengono concesse a seguito di presentazione di copiosa documentazione riguardante anche la condizione degli animali e che un veterinario segue 24 ore al giorno l’attività dello spettacolo proprio per controllare lo stato di salute degli animali.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...