COLDIRETTI ANCONA: DAL TERREMOTO DE L’AQUILA AL CAMBIO VITA IN CAMPAGNA, LA STORIA DEL PODERE GIUSTINI IL 27/4 A GEO&GEO

COLDIRETTI ANCONA: DAL TERREMOTO DE L’AQUILA AL CAMBIO VITA IN CAMPAGNA, LA STORIA DEL PODERE GIUSTINI IL 27/4 A GEO&GEO

Dal terremoto de l’Aquila, al quale è sopravvissuto per miracolo, alle campagne anconetane dove ha messo su un’azienda vitivinicola dopo aver lasciato il posto fisso in banca. E’ la storia di Nicola Splendiani che sarà protagonista con Coldiretti Ancona dopodomani, lunedì 27 aprile, a Geo&Geo, la trasmissione di Rai Tre condotta da Sveva Sagramola. L’appuntamento è nello spazio “Storie”, in onda dalle ore 16.30 circa. La carriera di agricoltore di Nicola Splendiani inizia il 6 aprile del 2009, alle tre e trentadue del mattino, a L’Aquila. Il terremoto distrugge le sua casa e lui riesce per un miracolo a scampare alla morte assieme alla sua compagna. Sino a quel giorno Nicola faceva l’impiegato di banca, con un’assunzione a tempo indeterminato. La tragedia lo spinge a riflettere sui “sogni che non avevo realizzato”. Dice addio al posto fisso e, dopo aver sposato Giusy, decide di “rimettere in funzione” alcuni terreni abbandonati di proprietà della famiglia di lei, ad Ancona. Nasce così l’azienda Podere Giustini, associata a Coldiretti, con una produzione di vini Doc. Per le prime bottiglie Nicola e Giusy scelgono un’etichetta significativa: una lettera che racconta la storia d’amore nata tra il nonno e la nonna di lei nata durante la seconda guerra mondiale. A quei tempi il giovane Raffaele era innamorato di una ragazza alla quale non trovava però il coraggio di dichiararsi. Chiamato al fronte per il conflitto, iniziò a scriverle centinaia di lettere fino a quando non decise alfine di rivelarsi. E proprio questa missiva, in cui dichiarava il suo amore, è riprodotta sulle bottiglie di Rosso Conero Doc. I due riuscirono a sposarsi ma la storia non ebbe un lieto fine, poiché lei morì di parto ad appena 23 anni nel dare alla luce la madre di Giusy, Giovanna Maria, che lunedì sarà con Nicola in trasmissione.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento