Coldiretti Ascoli Fermo, cresce il mercato dei piccoli frutti: patto con l’università per migliorare qualità e produzione

ASCOLI PICENO – Fragole, ribes, lamponi e altri piccoli frutti. Coltivazioni di nicchia nelle Marche rispetto ad altre regioni ma dal patto tra agricoltura e università possono nascere nuove possibilità, anche sfruttando i finanziamenti del Psr. Come? Attraverso un ampliamento delle superfici coltivate e un aumento del calendario di produzione attraverso nuove tecniche produttive: se ne parlerà domani, venerdì 10 maggio, a Monterubbiano.

Dalle 10, a Villa Montotto, si alterneranno esperti di agroalimentare e ricercatori dell’Università Politecnica delle Marche per illustrare il progetto “Piccoli frutti Marche”. Con oltre 1200 quintali di produzione tra ribes rosso, ribes nero e lamponi la nostra regione è la prima del centro Italia, secondo gli ultimi dati Istat rielaborati dal Coldiretti Ascoli Fermo.

Un mercato nuovo, che fino a qualche anno fa non esisteva nella nostra regione ma ha trovato nel Piceno terreno fertile: basti pensare che nelle province di Ascoli e di Fermo si trova più del 45% della produzione regionale. Ascoli è in testa anche per la produzione di fragole con 1832 quintali sui quasi 7mila regionali, +9,5% rispetto a cinque anni fa.

Il convegno sarà introdotto da Andrea Montresor (responsabile tecnico Coldiretti Marche) e Luciano Neri (Regione Marche). A presentare il progetto, Franco Capocasa e da Bruno Mezzetti, docenti della Politecnica delle Marche. Tra i relatori anche Gianni Malavolta (Assam) e Gianluca Savini (Santorsola Sca).

Le conclusioni sono affidate ad Armando Marconi, presidente Coldiretti Ascoli Piceno-Fermo. “Il supporto della ricerca è fondamentale e questo patto tra agricoltura, università e istituzioni è un matrimonio che unisce tradizione e innovazione nell’ottica di valorizzare e riscoprire le coltivazioni del territorio e anche trovare nuovi mercati” commentano il presidente Marconi e il direttore di Coldiretti Ascoli Fermo, Alessandro Visotti.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...