I commenti del dopo gara / Fedeli: “Chi sbaglia paga”. Sanderra: “Abbiamo giocato a viso aperto”. Sorrentino: “Bel gol ma quanta amarezza”

SAN BENEDETTO – “Nel calcio, quando si sbaglia alla fine si paga”. Queste le prime parole rilasciate dal presidente Franco Fedeli ai microfoni di Radio Azzurra. “C’è molta amarezza perché quando stavamo sul 2-0 avevo fatto un pensierino nel portare a casa un risultato positivo. Bisogna dare merito al Parma perché ci ha creduto fino alla fine. Certo è che se fossimo andati al riposo in vantaggio qualcosa si poteva rimediare. Abbiamo, però, peccato di presunzione. Sul doppio vantaggio pensavamo di avere chiuso i giochi ma è bastato un gol per farci tornare sulla terra. Sul primo ci ha messo lo zampino Bacinovic perdendo palla a centrocampo, mentre sul secondo è stato incerto Pegorin. Abbiamo un gran portiere ma non è al meglio e mi auguro che si riprenda presto. Troppo spregiudicati? Non sono io l’allenatore, chiedetelo a Sanderra. Domenica arriva il Venezia. A me sta più simpatico il Parma e mi piacerebbe fare uno scherzetto ai lagunari”.

E questo è il pensiero del tecnico rossoblù. “Ce la siamo giocata a viso aperto –analizza Stefano Sanderra– contro una grande del campionato Siamo stati abili a pressare e a svolgere in pieno il nostro compito nella prima mezzora. Poi abbiamo commesso tanti errori che alla fine ci sono costati caro anche se eravamo messi bene tatticamente. Ho visto il gioco che piace a me ma ora si deve essere più solidi. Dopo che il Parma ha ridotto lo svantaggio, ci siamo impauriti, abbassandoci troppo. Il terzo gol dopo due minuti della ripresa mi ha fatto arrabbiare. Non si può permettere agli avversari di fare sette, otto passaggi consecutivi senza fare opposizione perché, poi, alla fine si vanifica tutto ciò che di buono si è fatto. Il 2-2? Abbiamo pressato con la difesa ma anche il nostro portiere doveva stare più su. Se la squadra sale anche lui deve stare più alto. Però debbo dire che nei primi venti minuti abbiamo fatto un ottimo pressing alto non permettendo al Parma di giocare. Bacinovic? Nulla di particolare solo una botta alla gamba”.

Quarto centro stagionale per Lorenzo Sorrentino, al rientro dal primo minuto dopo tanta panchina. “Damonte mi ha dato il pallone ed io ho puntato Lucarelli, ho spostato il pallone calciando sul primo palo. Sono contento per il gol ma deluso per come è andata a finire. Mister Sanderra ci aveva detto di pressare alti per evitare che il Parma potesse chiuderci nella nostra area. Gli errori li facciamo tutti e non si può dare la colpa ai singoli. Mi sono trovato bene con il 4-4-1-1 con Bernardo che mi stava vicino. Ci siamo mossi bene. Purtroppo queste sono partite in cui se concedi qualcosa, alla fine ne paghi le conseguenze. E’ andata così e siamo dispiaciuti ed arrabbiati perché eravamo partiti bene. E’ difficile commentare una sconfitta del genere”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento