“Con il FAI tra Borghi e Calanchi”, in tanti alla scoperta delle meraviglie di Appignano del Tronto


SAN BENEDETTO – Un ottimo inizio per “Con il FAI tra Borghi e Calanchi”, l’iniziativa promossa dal Gruppo FAI Giovani di San
Benedetto del Tronto e finalizzata a valorizzare i borghi del Piceno e il loro stretto rapporto con la natura ed il paesaggio circostante. Il primo appuntamento ad Appignano del Tronto ha visto infatti la partecipazione di oltre 70 persone, provenienti da tutto il Piceno e anche oltre.

I magnifici calanchi grigio-azzurri e il borgo di Appignano del Tronto sono stati protagonisti. Guidati dai giovani volontari del FAI, i partecipanti hanno potuto esplorare a piedi il magnifico paesaggio che circonda Appignano e i monumenti che ne raccontano la storia, come la Chiesa di Santa Maria del Piano Santo e la Chiesa rurale dei Santi Gioacchino e Anna, eccezionalmente aperti per l’occasione.

Ad accompagnare i visitatori nel percorso anche le guide naturalistiche coordinate da Leonardo Perrone, che hanno illustrato le peculiarità di fiori, piante ed erbe spontanee. Nemmeno la pioggia della notte precedente ha fermato i partecipanti, che sono stati ricompensati da uno splendido sole primaverile e da paesaggi mozzafiato come quelli che il territorio Piceno sa regalare. Ha concluso la mattinata, infine, un aperitivo a base di vini e specialità gastronomiche del territorio nella piazza centrale di Appignano.

«È stato un inizio incredibile per questo progetto – dichiara il capogruppo FAI Giovani San Benedetto del Tronto Ilario Di Luca – nato dalla volontà di conoscere il territorio Piceno. Una grande e inaspettata affluenza di cittadini curiosi e appassionati di cultura e paesaggio che hanno partecipato a questo primo appuntamento di Appignano del Tronto. È importante acquisire la consapevolezza della qualità dei nostri
comuni e dei nostri paesaggi, e per farlo dobbiamo viverli, passeggiando e scoprendo i veri tesori nascosti, conoscere la loro storia e raccontarli».

Per Sara Moreschini, sindaco di Appignano del Tronto, «è stata davvero una giornata speciale. Siamo stati lieti di accogliere persone provenienti da tutta la nostra Regione, a cui abbiamo mostrato la bellezza dei calanchi e dei beni culturali presenti nel nostro territorio. Un sentito ringraziamento va al FAI Giovani di San Benedetto del Tronto per la puntuale organizzazione dell’evento, ma soprattutto per aver saputo “raccontare” ogni luogo cercando di valorizzarne le varie sfaccettature, da quelle visibili a quelle immateriali, che sono parte importante della storia di un luogo e di chi lo vive».

Il progetto “Con il FAI tra Borghi e Calanchi” è ispirato al cosiddetto “Crinale dei Piceni”, l’itinerario che partendo da San Benedetto del Tronto risale le colline che fanno da spartiacque tra la valle del Tesino e quella del Tronto, e si inserisce nella ritrovata attenzione al paesaggio emersa nel XXVI Convegno Nazionale del FAI, nel quale il Presidente Marco Magnifico ha ricordato che «i paesaggi italiani sono un capolavoro, un’opera d’arte che non è certo da musealizzare e che evolve.

Ma per poterla proteggere bisogna capirne il valore. Di fronte all’emergere di una pericolosa opposizione tra l’urgenza di infrastrutture per lo sviluppo sostenibile e il dovere della tutela, il FAI vuole infatti ribadire il suo impegno per il paesaggio, che in Italia specialmente è un’opera d’arte collettiva, frutto del lavoro di generazioni che lo hanno modellato, e anche trasformato, e perciò testimonianza preziosa della nostra storia e della nostra cultura.

I prossimi appuntamenti sono previsti domenica 1° maggio a Ripatransone, domenica 29 maggio a Offida e domenica 12 giugno a Castignano. Ciascuno di essi prevede un itinerario della durata di circa tre ore, a partire dalle ore 9.30, nel quale si percorreranno a piedi le vie dei borghi, con visite guidate alle eccellenze storico-artistiche e culturali, alcune delle quali aperte appositamente per l’occasione.

Non mancherà un passaggio nelle campagne fuori dal borgo, o un affaccio panoramico dal quale sarà possibile osservare i calanchi e lo stretto rapporto tra il borgo e il territorio circostante. A concludere ciascun appuntamento, una degustazione o un aperitivo a base di prodotti enogastronomici del territorio.

Per ogni passeggiata è previsto un contributo di 5 € per gli iscritti FAI e di 8 € per i non iscritti, ed è necessaria la prenotazione sul sito https://faiprenotazioni.fondoambiente.it fino a esaurimento posti. Per informazioni scrivere a sanbenedettodeltronto@faigiovani.fondoambiente.it o chiamare il numero 347 5006575 dopo le ore 18.00.

Per informazioni e domande: cell. 347 5006575 (dopo le ore 18.00). email: sanbenedettodeltronto@faigiovani.fondoambiente.it

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...