Confindustria Marche – Nel 2014 le esportazioni delle Marche in crescita del 7,5%

Confindustria Marche - Nel 2014 le esportazioni delle Marche in crescita del 7,5%

Nel 2014 le Marche, con un incremento delle vendite all’estero del 7,5% rispetto al 2013, sono risultate tra le regioni che hanno contribuito maggiormente a sostenere l’export nazionale insieme ad Emilia-Romagna (+4,3%), Lombardia (+1,4%), Veneto (+2,7%), e Piemonte (+3,3%).
Tale risultato è apparso decisamente superiore sia rispetto alla media nazionale (+2%) che a quella della ripartizione dell’Italia Centrale (+3%).
Va rilevato tuttavia che il risultato regionale risente in misura considerevole dell’incremento registrato dal comparto della chimica farmaceutica (+39%) attribuibile ad operazioni infragruppo e della ripresa delle esportazioni di prodotti petroliferi (+140,2%).
Al netto delle variazioni dei due comparti le vendite all’estero della regione risulterebbero sostanzialmente stabili rispetto al 2013 (+0,4%).
In espansione sono risultate le vendite verso i Paesi Ue (+12,3%) mentre sostanzialmente stazionarie quelle verso i Paesi extra Ue (+0,8%).

Rispetto al 2013 il peso dell’export della regione sul totale nazionale è aumentato passando dal 3% al 3,1%.
A livello provinciale solo Ascoli Piceno (+20,9%) ha registrato una variazione superiore alla media regionale; positivi ma inferiori alla media sono apparsi i risultati di Ancona (+7,1% in linea con la media regionale), Fermo (+1,3%), Pesaro Urbino (+0,7%) e Macerata (+0,3%).
A livello settoriale, oltre agli articoli farmaceutici e ai prodotti petroliferi raffinati, in crescita sono risultate le esportazioni di macchinari ed apparecchi (+1,9%), articoli d’abbigliamento (+9,1%), articoli in gomma e materie plastiche (+1,9%), mezzi di trasporto (+6%), prodotti chimici (+1,2%), carta e prodotti in carta (+9,6%), prodotti tessili (+6,1%), minerali non metalliferi (+9,8%), legno e prodotti in legno (+2,6%). Stabili le vendite all’estero di metalli e prodotti in metallo (+0,1%) mentre in flessione sono risultate le esportazioni di articoli in pelle e calzature (-1,7%), apparecchi elettrici (-2,8%), mobili (-6,3%), computer, apparecchi elettronici e ottici (-1,4%), prodotti alimentari (-10,3%).

“I dati resi noti dall’Istat relativi al 2014 – afferma il Presidente di Confindustria Marche Nando Ottavi – confermano la crescita delle esportazioni della nostra regione osservata nel corso dell’intero anno. Al consistente incremento delle vendite dei settori farmaceutico e dei prodotti petroliferi si è associata tuttavia una contrazione delle esportazioni di comparti molto importanti nel panorama regionale quali le calzature, ancora penalizzate dalla situazione russa, gli elettrodomestici ed i mobili.
Il quadro economico complessivo, pur con qualche segnale positivo, resta ancora incerto e rende più che mai necessario moltiplicare gli sforzi di tutti per aiutare le imprese a superare le difficoltà e puntare ad agganciare finalmente una concreta ripresa.”

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento