CONSULENZA SULLA TASI DAL PATRONATO CONFARTIGIANATO

MINIBOND: Workshop informativo organizzato da Confindustria Fermo

La Confartigianato di Ascoli Piceno e Fermo ricorda le regole previste per il versamento della prima rata della TASI per il 2014, in scadenza il prossimo 16 ottobre. Poiché l’adempimento è stato oggetto di ripetute e parziali proroghe e modifiche intervenute dal mese di maggio, il termine di versamento di quanto dovuto è risultato essere piuttosto articolato. La prossima scadenza del 16 ottobre 2014 riguarda i Comuni che, non avendo provveduto nei termini sopraindicati, hanno inviato telematicamente le deliberazioni entro il 10 settembre 2014, per la pubblicazione nel Portale entro il 18 settembre 2014. A titolo esemplificativo riportiamo le aliquote e le detrazioni stabilite dalle Amministrazione Comunali di Ascoli Piceno, Fermo e San Benedetto del Tronto. Per i primi due comuni la scadenza della prima rata è il 16 ottobre e la seconda il 16 dicembre 2014. Il Patronato INAPA della Confartigianato di Ascoli Piceno e Fermo è a disposizione dei cittadini per fornire tutta l’assistenza e le informazioni necessarie (Ascoli Piceno 0736.336402, Fermo 0734.221653, San Benedetto del Tronto 0735.81195). Per capire quali sono i soggetti interessati dalla scadenza del 16 ottobre 2014, occorre verificare, infatti, se il Comune, in cui è ubicato l’immobile, ha trasmesso la deliberazione entro il 10 settembre 2014 per la pubblicazione nel Portale del Ministero.

Il Comune di Ascoli Piceno ha deliberato le aliquote a seconda delle categorie degli immobili: si va dal 2,5 per mille per abitazione e pertinenze con detrazioni che vanno da €. 15,00 per ogni figlio minorenne convivente, €. 120,00 in caso di rendita catastale minima di €. 300 (abitazione + pertinenze), oppure €. 120,00 in caso di rendita catastale da €. 300 a €. 500 e reddito ISEE inferiore ai €. 10.000,00; fino all’1,80 per mille per tuffi gli altri immobili.

Il Comune di Fermo ]ha deliberato le aliquote a seconda delle categorie degli immobili: si va dal 3 per mille con detrazioni da €. 80 a €. 40 a seconda della rendita catastale con €. 20 in più per ogni figlio convivente fino 26 anni; 1,2 per mille per categorie catastali A1, A8 e A9.

Per gli abitanti del Comune di San Benedetto del Tronto, avendo l’Amministrazione deliberato ed inviato la delibera in maggio, la scadenza della prima rata è stata il 16 giugno scorso, mentre la seconda sarà il 16 dicembre 2014. Queste le aliquote e le agevolazioni previste. Per i proprietari di abitazione principale e al massimo di una pertinenza con rendita catastale complessiva inferiore a €. 500 e un ISEE inferiore a €. 10.000, è stabilita una detrazione di €. 211 fino alla concorrenza dell’imposta dovuta. Per coloro che hanno una rendita catastale sempre inferiore a €. 500 euro e un ISEE inferiore a €. 12.0000 è invece prevista una detrazione del 30% della TASI dovuta. Per fruire delle agevolazioni la domanda va presentata in Comune entro e non oltre il 30 settembre 2014.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento