Coppa Italia Nazionale di scherma da domani al Palaindoor di Ancona

ANCONA – La pluricampionessa olimpionica Valentina Vezzali, mito dello sport italiano e oggi dirigente federale,  insieme al presidente della Federazione Italiana Scherma, Giorgio Scarso,  è stata l’ ospite d’onore questa mattina al Comune di Ancona alla presentazione  della Coppa Italia gara maschile e femminile alle tre armi che si terrà da domani, 10 fino a domenica 12 maggio al  Palaindoor di Ancona

Valida per la qualificazione al Campionato Italiano Assoluti vedrà schierati in campo circa 1000 atleti tra i quali una trentina di giovani marchigiani, inclusi gli schermitori del Club Ancona che festeggia mezzo secolo di attività e tanti successi alle spalle.

Domani sarà la giornata del fioretto con i ragazzi in pedana dalle ore 9 e le ragazze dalle 12, 30.  Sabato alle gare di spada maschile seguiranno quelle della sciabola femminile (ore 14,30); il contrario domenica 12 maggio, ultima giornata di Coppa

La manifestazione si terrà -come detto- al Palaindoor   “struttura unica e strategica  in Italia per le sue caratteristiche e per la sua posizione”, come la stessa Vezzali ha sottolineato,  dove saranno montate 32 pedane.  Si prevede una partecipazione tra atleti, arbitri e accompagnatori di circa 1500/2000 persone provenienti da tutta Italia.

“Una soddisfazione enorme per la nostra città- ha sottolineato l’assessore allo Sport Andrea Guidotti anche a nome del Sindaco –  ospitare la Coppa italiana tre armi all’interno di un fine settimana denso di avvenimenti sportivi come i  Campionati di vela e  Bincincittà.   I riflettori sono ancora una volta puntati su  Ancona e su in impianto di grande calibro, con tutto l’indotto economico che manifestazioni come questa producono

Il presidente della Federazione Giorgio Strano ha espresso con forza “l’orgoglio per i risultati ottenuti  dai giovani atleti Campionati del Mediterraneo”,  ponendo in risalto “il circuito  virtuoso che si attiva quando le società sportive lavorano con impegno e quando i Maestri sono- come nel caso del Club Scherma Ancona- assolutamente  di prim’ordine, dando linfa vitale al vivaio di giovani promesse”.  “Importante e preziosa la componente femminile- ha dichiarato Scarso-   ed esemplare lo spirito di inclusione che caratterizza particolarmente questo sport”   permettendo di aprire le porte ai talenti di ogni provenienza, come nel caso del brillante Raian Adoul (oro individuale Under 17 e a squadre , e inoltre argento under 20, al  Campionato Mediterraneo).

“L’organizzazione della gara – ha sottolineato il presidente del Club Ancona Maurizio Pennazzi che ha ringraziato il presidente Strano, i Maestri del club dorico, gli atleti e le famiglie- sarà uno sforzo importante per il Club Scherma Ancona sia dal punto di vista dell’impegno personale dei suoi dirigenti che da un punto di vista finanziario. Dal buon esito di questa manifestazione e quindi dalla sua perfetta organizzazione, dipenderà l’assegnazione futura di altre importanti gare che potrebbero mettere la città di Ancona al centro della grande scherma nazionale.  Quest’anno ricorre inoltre il cinquantenario del Club, fondato nel 1968. Cinquantanni di promozione e diffusione della pratica sportiva schermistica che ha dato alla città di Ancona diversi campioni italiani e gare internazionali organizzate con grande professionalità”.

Apprezzamento per l’evento è stato espresso anche da Marco Porcarelli del CONI regionale e da Fabio Sturani per la Regione Marche (“ e non solo”) che hanno sottoscritto quanto dichiarato dal presidente federale, vale a dire che la scherma è di casa ad Ancona, che sono sotto gli occhi di tutti le conquiste ottenute sul campo, e che forte è l’orgoglio di avere una squadra in A/1 – quella maschile- mentre quella femminile che si è appena qualificata.

In chiusura la super ospite Valentina Vezzali che ha sottolineato l’importanza della Coppa Italia tre armi  che prende il via domani, invitando istituzioni e cittadinanza a partecipare in gran numero all’evento-  ospitato in una struttura assolutamente all’altezza- durante il quale molti giovani atleti si qualificheranno per i Campionati nazionali di Palermo del mese prossimo.  Complimentandosi con il presidente Pennazzi per i risultati ottenuti dagli atleti under 16 e under 17,  la ex campionessa della scherma mondiale (con all’attivo 26 medaglie nel fioretto)  ha ricordato che si sono appena aperte le qualificazioni per le Olimpiadi di Tokyo e  che l’Italia farà sicuramente la sua parte per uno sport “di ori e valori”  con il quale ha sempre vinto più medaglie tra tutte le discipline sportive con le quali si presenta.

 

 

rbthdr

 

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...