Coronavirus / Il Governatore Ceriscioli: “Le Marche hanno superato il picco ma non abbassiamo la guardia”

SAN BENEDETTO – “Le Marche hanno superato il picco dei contagi”. Queste le parole del presidente della Regione Luca Ceriscioli nella sua comunicazione al Consiglio regionale, riunito in videoconferenza. “Il 1 aprile è cominciata una discesa. L’andamento è andato meglio delle curve analizzate prima che ci facevano prevedere il picco a metà aprile”.

“La nostra curva – aggiunge Ceriscioli- – si è scostata da quella della Lombardia e ha seguito quella cinese. Significa che le misure di contenimento hanno avuto un effetto molto importante. E’ cominciata una fase discendente ma questonon significa che deve venire meno il rispetto delle restrizioni, che oggi ci permette di avere uno sguardo sul futuro. Noi ora siamo al punto in cui era la Cina un mese fa e si è visto che appena si molla possono esserci nuovi focolai”.

“Anche nei momenti del picco -specifica il presidente della Regione Marche -siamo stati in grado di dare un letto a tutti, senza ricoverare i malati altrove. Tutto è stato reso possibile grazie alla scelta di dedicare intere strutture solo ai pazienti covid ovvero l’ospedale di Camerino e Marche Nord, nella provincia più colpita, quella di Pesaro Urbino, con il polo del San Salvatore destinato solo a pazienti covid in pochi giorni e l’ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto che da quattro giorni si sta svuotando, la sanità marchigiana ha fatto uno sforzo incredibile grazie a medici, infermieri, tecnici”.

Ceriscioli, infine, ha annunciato anche una prossima ordinanza sull’uso di mascherine.

Nelle Marche si contano complessivamente 296 guariti, 4614 positivi di cui 140 ricoverati in terapia intensiva, 286 in aree di semi intensiva, 522 in repartinon intensivi, 193 in degenze post critiche

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...