Cultura d’impresa nel Piceno: innovazione e progettazione, le leve per far volare il territorio


ASCOLI PICENO – Alimentare un nuovo mercato più efficiente, etico e sostenibile puntando sempre più in alto e verso nuovi orizzonti. Questo l’obiettivo della due giorni organizzata nel Piceno a Monteprandone, il 29 e 30 marzo, offerta a imprenditori e manager per  sviluppare in maniera collaborativa una costruzione di futuro per la crescita del territorio.

Insieme con Webeing e Sketchin, e il contributo di Bim Tronto, diversi partner hanno sostenuto l’iniziativa: Diecinodi.com, Radio Incredibile, Associazione Next e Studio Impresa Consulting.

«La crescita delle imprese marchigiane può accelerare se sostenibilità e digitale restano connessi  – dichiara Enrico Corinti, ceo e tra i fondatori di Webeing.net – in un approccio collettivo e partecipato alla trasformazione, che aiuta ad affrontare cambiamenti repentini del mercato e contesti incerti. Abbiamo pensato di organizzare con Sketchin questo evento per trasferire conoscenze e metodi che possono fare la differenza per rispondere in maniera resiliente con la propria organizzazione, ma soprattutto come persone».

Now Next Future. La risposta dei partecipanti è sicuramente stata alla base di questa impostazione, fatta proprio per facilitare la partecipazione dell’audience.

«Credo – dichiara Federico Rivera, general manager della sede di  Roma di Sketchin – che sia molto importante immaginare e costruire collettivamente il futuro di un territorio. Senza l’energia e il contributo di chi lo anima, un paese si vuota di significati prima e di persone poi. In questo credo che il design possa dare un contributo importante: ci aiuta a esplorare le opportunità e a discernere le direzioni più proficue, quelle che non solo preferiamo, ma che possono essere realizzate. E costruite intorno a queste una visione comune, direzione da intraprendere per costruire il futuro».

La prima giornata dedicata al talk – con speaker esperti di settore quali Massimo Giacchino per l’evoluzione della relazione , William Sbarzaglia sul tema strategico dei dati, Fabrizio Baldinelli sulla sostenibilità, Cristiano Carriero per il corporate storytelling e Antonio Civita per la progettazione e l’innovazione – si è conclusa con il format del TED Circle condotto da Sara Leonetti dell’associazione Next di Ascoli Piceno.

Il TED Circle è un format diffuso dalla nota organizzazione non-profit che attraverso conferenze in tutto il mondo diffonde  idee delle menti più ispirate del nostro tempo. Il TED Circle è un modello che stimola conversazioni, dialogo, confronto tra le persone per far scaturire idee su temi di valore e possibili azioni nel contesto territoriale di riferimento.

Proprio sullo stimolo alle idee e alla partecipazione si è focalizzato il secondo giorno, legato al workshop collaborativo per generare connessioni e capire come disegnare scenari per prepararsi al futuro attraverso pratiche di design.
Queste tecniche possono intercettare le migliori opportunità di trasformazione radicale per trarre il massimo valore possibile dalla creazione di un ecosistema connesso rispetto all’intraprendenza dei singoli “individui”.

Un sistema di relazioni aperto e partecipato, creato per collaborare e cooperare nella definizione di futuri di valore per il business e per le persone coinvolte, rappresenta lo scenario preferibile nel futuro prossimo. Per questo motivo diventano uno strumento strategico da impiegare per far crescere le organizzazioni.

In questa giornata, gli interventi del sindaco di Monteprandone Sergio Loggi, anche attuale presidente della provincia, Micaela Girardi membro del Consiglio comunale di Ascoli Piceno e Luigi Contisciani, presidente BIM Tronto.

L’attenzione degli organizzatori è stata quella di tenere sempre la persona al centro della discussione, sia per i temi legati al business e alla crescita sostenibile, sia come accoglienza e invito alla partecipazione. Per queste giornate, che hanno acceso la miccia per far divenire il Piceno fucina di innovazione all’insegna del digitale e della sostenibilità, un particolare balza agli occhi: ad ogni partecipante che è stato ospite dell’organizzazione per l’intera giornata arricchita da diversi momenti conviviali, è stato donata anche una stampa a suggello della chiusura dell’evento, che ritrae la rappresentazione del futuro scaturita dall’esperienza di Direzione Orizzonte. L’opera d’arte dell’illustratrice e set designer Giulia Canala è stata personalizzata per ogni partecipante, completata in real time e divenendo opera originale.

«Pensiamo che la responsabilità sociale d’impresa – conclude Enrico Corinti – significhi anche investire nella crescita della cultura imprenditoriale del territorio, fornendo strumenti e chiavi di lettura su temi come sostenibilità, utilizzo dei dati, l’esperienza utente nell’ecommerce, la narrazione dei brand e il design strategico per l’innovazione. Tutto per un approccio più etico, civico, centrato sulla persona».

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...